WiParking, l’aiuto per trovare parcheggio se prendi il bus

autorimessa-SLIDERL’intesa dell’Atac con l’Associazione autorimesse per incentivare l’intermodalità tra mezzo privato e pubblico

ROMA – Il trasporto pubblico capitolino prova a rilanciarsi con il WiParking, un progetto dell’assessorato alla Mobilità di Roma Capitale in partnership con l’Aga, Associazione gestori autorimesse. Da oggi e per 90 giorni 100 fortunati sperimentatori dell’iniziativa potranno prenotarsi online per lasciare l’automobile in autorimesse convenzionate vicino alle fermate di bus e metrò.

Con il progetto WiParking il Comune si aspetta di incrementare l’uso di mezzi pubblici, scoraggiando allo stesso tempo quello dell’auto privata per il trasporto in città. Grazie a un accordo con l’Aga, infatti, l’utente del WiParking potrà recarsi in auto alla fermata metro o bus più vicina e lasciare la macchina in un garage privato, convenzionato con l’Atac e dunque a tariffa agevolata.

Il test si propone di verificare esigenze reali di utilizzo dei parcheggi per ridisegnare le strategie tariffarie e mettere a punto le soluzioni possibili in termini di prenotazione del posto auto, oltre ad incentivare l’intermodalità tra mezzo privato e mezzo pubblico.

Nel progetto “pilota” partito oggi sono coinvolte 11 autorimesse, per un totale di 110 posti auto a disposizione alla tariffa agevolata di 1 euro l’ora. Il servizio sarà attivo ogni giorno dalle 6 del mattino all’una di notte e i cittadini potranno registrare fino a tre numeri di targa sulla propria tessera Metrebus, che consente l’ingresso nei garage convenzionati.

Oltre all’Atac e all’Associazione autorimesse, sono coinvolte nel progetto la società Renova, che ha curato i rapporti fra Aga e le altre parti e ha collaborato alla progettazione del marchio WiParking, e il Centro per le applicazioni della televisione e delle tecniche di istruzione a distanza della università La Sapienza.

“Incentivare l’uso del mezzo pubblico a scapito di quello privato è un obiettivo primario dell’Amministrazione capitolina – ha voluto sottolineare Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale – Le autorimesse coinvolte si trovano in punti nevralgici della città, dove è possibile l’interscambio con bus e metropolitane”.

Potrebbero interessarti anche