Gara per il gas, arriva il ricorso al Tar di Italgas

rete_gasLa delibera non sarebbe passata in Consiglio e non terrebbe conto di altri 7 comuni laziali allacciati alla rete

ROMA – Come paventato proprio ieri è arrivata oggi la notizia del ricorso al Tar contro il bando di gara predisposto dal Comune di Roma per la nuova concessione sulla distribuzione del gas. Il gestore uscente Italgas ha infatti presentato ricorso al Tribunale amministrativo del Lazio contro la gara pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 27 settembre. Lo conferma la stessa società del gruppo Eni.

Le ragioni del ricorso, spiega ancora Italgas, risiedono nel fatto che il bando non terrebbe conto del fatto che, nel macro-ambito previsto dal recente decreto ministeriale sugli ambiti, quello di Roma include anche altri comuni allacciati alla rete (Fiumicino, Ciampino, Grascati, Grottaferrata, Marino e Rocca di Papa), che la gara in corso invece con comprende. La società rileva inoltre cha la delibera che ha disposto la pubblicazione del bando non è passata in Consiglio Comunale, come invece secondo Italgas sarebbe stato richiesto dallo statuto municipale.

Al momento il ricorso – che è stato presentato ieri, ma non risulta ancora formalizzato negli elenchi del Tar Lazio – non contiene anche la richiesta di sospensione cautelare della procedura. La richiesta tuttavia potrebbe essere presentata in seguito nel caso i tentativi in corso di raggiungere un accordo col Campidoglio non dessero esito.

Nei giorni scorsi indiscrezioni circolate sui quotidiani nazionali parlavano di un accordo allo studio tra Acea, controllata dal Comune di Roma, e Italgas per partecipare insieme alla gara. Un’ipotesi che, tra le due aziende, pareva presentare attrattive solo per la municipalizzata romana. Ora la realtà sembra piuttosto distante da simili scenari.

 

Leggi anche:

Gara per il gas: probabile ricorso al Tar (18 ottobre 2011)

Gara per il gas: Acea, no tu no (28 settembre 2011)

Potrebbero interessarti anche