Luigi Mastrobuono nuovo direttore generale di Confagricoltura

Luigi_MastrobuonoLascia l’incarico di capo di Gabinetto allo Sviluppo economico per incomprensioni con il ministro Romani

ROMA – Luigi Mastrobuono è il nuovo direttore generale di Confagricoltura, l’organizzazione delle imprese agricole italiane che gestiscono il 38% della superficie agricola (13 milioni di ettari) con 500 mila dipendenti e realizzano il 45% del valore totale della produzione agroforestale nazionale, pari a 32 miliardi di euro. La nomina, già approvata dalla Giunta Confederale e firmata dal presidente Mario Guidi sarà esecutiva dal prossimo 7 novembre.

Mastrobuono lascia l’incarico di capo di Gabinetto del ministero dello Sviluppo economico. L’uscita definitiva, dopo alcune settimane di ferie forzate, si è consumata a causa di incomprensioni con il Ministro Paolo Romani a seguito dello scioglimento dell’Ice, aggravando le difficoltà della struttura ministeriale proprio nei giorni in cui Romani deve coordinare i provvedimenti per lo sviluppo che tardano a vedere la luce. La fondamentale poltrona di capo di Gabinetto dovrebbe andare a Carlo Frati, attuale responsabile dell’Ufficio legislativo del Ministero. Ma fonti interne al dicastero affermano che anche il rapporto di Romani con Frati si sarebbe incrinato nei giorni scorsi. E dunque la sua nomina come successore di Mastrobuono non è più scontata.

Mastrobuono, 57 anni, ha alle spalle un lungo curriculum professionale maturato in trent’anni di esperienze sul fronte organizzativo, su quello delle relazioni d’impresa e quello istituzionale. Una lunga serie iniziata nel 1983 come responsabile della segreteria tecnica del Sottosegretario di Stato al ministero dell’Industria e poi alla Presidenza del Consiglio. Un percorso che ha visto Mastrobuono prima segretario generale della Confcommercio, poi di Unioncamere, presidente dell’Istituto per la Promozione industriale (Ipi), amministratore delegato di BolognaFiere Spa, vice direttore generale di Confindustria, ad di Fiera di Roma Srl, capo dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione del ministero dello Sviluppo Economico con l’attuale esecutivo. Nel 1995 il neo direttore generale ha avuto egli stesso una personale esperienza di governo come Sottosegretario di Stato al ministero dell’Industria, Commercio e Artigianato nell’esecutivo presieduto da Lamberto Dini.

“Siamo assolutamente certi che Mastrobuono rappresenterà per Confagricoltura un altissimo valore aggiunto in vista delle nuove sfide che la nostra organizzazione si appresta ad affrontare in tempi di cambiamenti globali della società e dell’economia”, ha detto il presidente nazionale di Confagricoltura, Mario Guidi, formulando, anche a nome della Giunta e di tutta la struttura confederale, i più vivi auguri di buon lavoro al nuovo direttore generale.

Potrebbero interessarti anche