14:10 | Piazza fiume, 14enne costretta a mendicare e fare lavavetri

Soltanto quattordici anni senza nessuna scolarizzazione, costretta per gran parte della giornata a mendicare in piazza Fiume: questa la triste infanzia di una ragazzina romena. Era proprio sua zia a costringerla a quella vita togliendole poi tutti i soldi ricavati. La sua presenza era stata notata da alcuni giorni dagli agenti della Polizia Roma Capitale del II gruppo, diretti da Carlo Buttarelli. Avvicinarla risultava impossibile in quanto la giovane si dileguava alla sola vista delle divise.

Sono riuscita a fermarla gli agenti in borghese che hanno provveduto a condurla presso gli uffici del gruppo in viale Parioli. Sporca e malvestita, tra i singhiozzi, ha raccontato la sua tragica storia di quotidiano sfruttamento, che durava da diversi anni.

Dopo essere stata rifocillata e tranquillizzata la ragazzina è stata accompagnata presso una struttura protetta su disposizione del Tribunale dei Minori mentre la zia, che esercita la potestà genitoriale, è stata denunciata all’autorità giudiziaria per i reati di abbandono di minore e impiego di minore nell’accattonaggio.

Potrebbero interessarti anche