Trenta millimetri di pioggia e traffico in tilt

maltempo_a_romaDisagi soprattutto nel settore sud-ovest. Associazioni di categoria in Campidoglio
– OSTIA ALLAGATA, STRADE KO

ROMA – Traffico in tilt e strade allagate. Sono caduti trenta millimetri di pioggia sulla Capitale da stamattina: una quantità d’acqua di molto inferiore rispetto a giovedì scorso ma sufficiente a paralizzare alcune arterie stradali. Ci sono state anche alcune segnalazioni per allagamenti di strade o scantinati privati.

Nessun problema alle linee metropolitane A e B, regolari, mentre la Roma-Lido – che appena stamattina aveva riaperto tutte le fermate, dopo i lavori di manutenzione post nubifragio – è di nuovo interessata da rallentamenti. In particolare è stata chiusa la stazione di Stella polare.

Per quanto riguarda le strade, i maggiori disagi si registrano a Roma Nord, in particolare intorno al lungotevere Arnaldo da Brescia e Corso Francia. Forti rallentamenti anche sulle strade consiliari e code a tratti tra il bivio A24 e la tangenziale est e via Togliatti. Traffico intenso lungo la Cristoforo Colombo, soprattutto in seguito alla chiusura per allagamento di via Giustiniano Imperatore, tra San Paolo e la Garbatella.

Ostia e Infernetto, dove giovedì scorso è morto un uomo di 32 anni in seguito all’allagamento del suo appartamento, sono anche oggi le aree più critiche: molte le strade chiuse lungo il litorale e gli scantinati allagati fino a 15 cm di acqua.

La Protezione civile, che ha confermato che “non ci sono preoccupazioni perché le forze in campo sono numerose e si sono mosse in tempo”, ha fatto sapere che il picco del temporale si sta già spostando verso il basso Lazio. Stesse rassicurazioni sono arrivate dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno: “Siamo in una situazione completamente diversa” rispetto al 20 ottobre, “ma abbiamo voluto mettere le mani avanti e non fidarci solamente delle previsioni meteo per non avere sorprese”.

Venerdì il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, incontrerà in Campidoglio le associazioni di categoria e i sindacati per fare il punto sulla stima dei danni subiti dalla cittadinanza in seguito al nubifragio di giovedì scorso e per trovare soluzioni condivise.

Potrebbero interessarti anche