La “pizza a 100 euro” arriva a Montecitorio

pizza-maserati-SLIDERAl Parlamento presentata la “pizza Maserati”, beffa dell’ultimo acquisto del ministro La Russa | FOTO

ROMA – La consegna è “a domicilio”, ma la pizza costa 100 euro. E’ arrivata in piazza Montecitorio, proprio davanti l’aula della Camera dei deputati, l’iniziativa di provocazione e protesta “Pizza a 100 euro per gli onorevoli”, partita pochi giorni fa in Campania.

Contro gli sprechi e soprattutto i privilegi della casta, numerosi ristoranti napoletani ma anche romani hanno deciso di applicare un sovrapprezzo alle consumazioni di deputati e senatori. Il primo a pagare è stato, sabato scorso, il parlamentare del Pd Sergio D’Antoni, che alla pizzeria Sorbillo di Napoli si è visto presentare un conto da 100 euro per una focaccia con salsicce e friarielli. Ed ha pagato.

Da Napoli a Roma, moltissimi i locali che hanno aderito all’iniziativa, tra cui una gelateria di Monti, quartiere storico della Capitale, che agli onorevoli vende solo coni dal 30 euro in su.

Oggi la pizza (e la protesta) è arrivata “a domicilio” a Montecitorio, dove è stata organizzata anche una raccolta di firme per chiedere che vengano ridotti i privilegi e le indennità di cui godono i parlamentari. L’iniziativa è sostenuta dai Verdi. Per l’occasione è stata presentata anche la “Pizza Maserati”, “firmata” dal pizzaiolo partenopeo Gino Sorbillo in segno di protesta contro l’ultimo acquisto del ministero della Difesa: 19 automobili del marchio di lusso. Nonostante l’aspetto gustoso del piatto offerto – la margherita è stata preparata con salsa di San Marzano e fiordilatte misto casertano – il ministro La Russa non si è fatto vedere.

{gallery}fotogallery/pizza-maserati{/gallery}

Potrebbero interessarti anche