Black bloc, rilasciati nove sui dodici fermati

black-bloc-roma.5Resta in carcere solo uno dei giovani arrestati in flagranza durante gli incidenti del 15 ottobre | SPECIALE

ROMA – Nove dei 10 ragazzi ancora in carcere per gli scontri del 15 ottobre scorso sono tornati liberi oggi. Rimane agli arresti solo uno dei dieci manifestanti che aggredirono carabinieri e polizia con bombe carta e sampietrini, in quell’indegno pomeriggio a piazza San Giovanni.

La decisione è stata presa dal tribunale del riesame, che ha concesso gli arresti domiciliari a sette indagati, fino a oggi detenuti a Regina Coeli, e l’obbligo di firma giornaliero alle uniche due ragazze fermate che, invece, erano già ai domiciliari. Resta quindi in carcere solo Giovanni Caputo, perché giudicato “pienamente consapevole e partecipe dell’azione del gruppo rivolta contro le forze dell’ordine come dimostra l’azione ripetuta di lancio di sampietrini e di altri oggetti analogamente a quanto stavano facendo gli altri componenti del gruppo”. Reiterata la misura cautelare anche nei confronti di Leonardo Vecchiolla, accusato dell’incendio alla camionetta dei carabinieri a San Giovanni e arrestato pochi giorni dopo gli scontri.

Dodici presunti black bloc erano stati arrestati il 15 ottobre. Oltre ai nove già rilasciati, domani il tribunale delle libertà valuterà il ricorso presentato dall’undicesimo fermato: il pugliese Valerio Pascali.

 

Leggi lo SPECIALE di Romacapitale.net sulla manifestazione del 15 ottobre 2011

Potrebbero interessarti anche