La New York benestante e conformista nell’ultimo film di Faenza

Peter_Gallagher_e_Rekha_Elizabeth_Luther

Ne Un giorno questo dolore ti sarà utile Roberto Faenza mette in scena la storia di una presunta diversità

 

Presentato Fuori Concorso nelle giornate conclusive del Festival di Roma con Un giorno questo dolore ti sarà utile, Faenza lascia l’Italia per ambientare la sua storia in una New York benestante, conformista e poco incline alla diversità in cui i personaggi, chiusi nei loro cliché in cui ogni realtà non può contenere all’interno il suo opposto, non riescono a tratteggiare delle sfumature tali da rendere i caratteri meno costretti. Ripreso dal best seller di Peter Cameron – il più europeo tra gli scrittori americani – Roberto Faenza mette in scena la storia di una presunta diversità.

James (Toby Regbo) è un giovane benestante disinteressato alle pratiche comuni ai suoi coetanei e stringe con la nonna Nanette (Ellen Burstyn), l’unico legame nel quale trova delle similitudini ed affinità caratteriali. Nessun innamoramento, nessun confronto sembra interessarlo, tantomeno con dei compagni di collage, che si rifiuta di frequentare.

Toby_Regbo_e_Lucy_Liu

Insofferente alla conformità del mondo, alla frenesia dell’apparire, dell’arrivare ad essere qualcuno, come pretendono i suoi, James sogna di trascorrere il suo tempo tra le letture, gli incontri stimolanti con sua nonna, l’unico personaggio anticonformista che sembra accettare affettuosamente le stravaganti necessità del nipote, e continuare a nutrirsi di ciò di cui sente la necessità intorno a lui, un mondo diverso.

Un giorno questo dolore di sarà utile, la frese scrittagli dalla nonna prima di morire che il protagonista legge su un quaderno, è un film che pare richiamare la trama del libro di Salinger, Il giovane Holden, ma in realtà ne accenna vagamente alcuni tratti caratteriali del protagonista senza però dargli lo spessore adeguato perché diventi un personaggio emotivamente completo.

Dopo l’ultimo film documentario uscito, per poco più di una settimana nei cinema, Silvio Forever, il regista torna, dopo averlo fatto già in altre occasioni, in America cimentandosi in una storia più semplice, senza per questo però imprimere ai propri caratteri lo spessore necessario. Questo tuttavia non toglie che Faenza cerchi a suo modo di mettere in luce l’aspetto singolare della diversità ed il suo ironico modus operandi con la quale lo stravagante protagonista cerca di farne la propria forza, perché infondo, come egli stesso dice “Se io sono un disadattato, allora gli altri cosa sono?”.

(Martina Bonichi)

Dree_Hemingway

Titolo: Un giorno questo dolore ti sarà utile
Regia: Roberto Faenza
Anno: 2011
Nazionalità: Usa
Cast: Toby Regbo, Marcia Gay Harden, Peter Gallagher, Lucy Liu, Ellen Burstyn

Potrebbero interessarti anche