9:30 | Sciopero: metro rallentate, ztl non attive. I dettagli

E’ cominciato alle 8:30 e proseguirà fino alle 17 lo sciopero nazionale del trasporto pubblico. A Roma le metro A e B hanno già subito una riduzione delle corse, delle scale mobili e degli ascensori, perché alla protesta hanno aderito anche verificatori, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie. In particolare, gli ascensori funzionano solo nelle stazioni di Cinecittà, Re di Roma, Valle Aurelia, Ponte Mammolo e Termini. Chiuse le ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo, sia nella tratta urbana che extraurbana. Per il servizio di superfice, sono possibili cancellazione di corse o sospensioni di linee durante le frazioni di sciopero. Negli orari di sciopero i varchi delle zone a traffico limitato del Centro storico e di Trastevere, resteranno aperti, le due Ztl quindi non saranno attive.

Gli orari dello sciopero nazionale

La protesta indetta da USB (Unione Sindacale di Base) Lavoro privato – Comparto trasporti, si svolgerà dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio e coinvolgerà i lavoratori Atac, Cotral, Roma Tpl e Roma Servizi per la Mobilità. La protesta di 4 ore è stata invece indetta dalla Faisa Cisal, dalle 8,30 alle 12,30 in Atac e dalle 12,30 alle 16,30 in Cotral.

Possibili ripercussioni anche sul fronte dei servizi offerti dall’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità: sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40, contact center 0657003, numero verde persone con disabilità 800154451; box informazioni di Termini e Fiumicino e check-point bus turistici.

 

Leggi anche:

Sciopero, la situazione alle 10 (7 novembre 2011)

Potrebbero interessarti anche