Marcegaglia nel comitato d’Onore di Roma 2020

Emma-Marcegaglia9L’annuncio della nomina era stato già dato a febbraio. La squadra dei 13 attende un presidente per poter partire

ROMA – La notizia arriva in serata. Battuto dalle agenzie e ripreso dai quotidiani, l’annuncio dell’adesione del presidente di Confindustria Emma Marcegaglia al Comitato d’Onore di Roma 2020 ha colto stamattina di sorpresa forse qualcuno. Già perché la notizia era stata data già a febbraio scorso sempre dal sindaco Alemanno che, dal palco del palazzo delle Esposizioni dell’Eur durante gli stati generali della Capitale, annunciò la squadra dei 13 a supporto della candidatura italiana all’estero. I nomi li fece lui stesso nell’occasione e già allora non sfuggì a nessuno la presenza di due sole donne nel comitato d’Onore: Azzurra Caltagirone e, appunto, Emma Marcegaglia. La squadra degli ‘ambasciatori’ italiani fu anche immortalata da una fotografia con le loro facce a suggellare un impegno ormai preso.

Ma forse non era così. Perché il comunicato di ieri di Alemanno fa pensare che il sì definitivo del numero uno di Confindustria sia arrivato solo ieri, e cioè dopo appena nove mesi dal primo annuncio. “L’adesione del presidente di Confindustra, Emma Marcegaglia, al Comitato d’Onore per la candidatura di Roma alle Olimpiadi e Paralimpiadi 2020 è un’ottima notizia e rafforza la posizione di Roma e dell’Italia in questa difficile corsa in cui l’elemento più importante è e sarà la coesione di tutto il Paese, delle forze politiche e imprenditoriali, dei sindacati e delle associazioni, a sostegno della candidatura. L’adesione della Marcegaglia, quindi, va in questa direzione e sono certo saprà dare un contributo importante e un impulso di grande rilievo”. È questo il comunicato stampa inviato ieri sera dal Campidoglio a cui solo pochi minuti più tardi è seguita la risposta della diretta interesata.

Nella lettera di adesione che la Marcegaglia ha inviato al Sindaco si legge: “Gentile Sindaco, la ringrazio per il prestigioso invito a far parte del Comitato d’Onore di Roma 2020, che si affianca e supporta il Comitato Promotore per l’assegnazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici del 2020. È per me un onore accettare l’invito, in quanto ritengo che, in caso di assegnazione della candidatura Olimpica, si possa sfruttare un’occasione unica per fornire un’immagine positiva dell’Italia e sulle prospettive del nostro Paese. Nell’auspicare pertanto il favorevole accoglimento della nostra candidatura, mi è gradita l’occasione per porgerle i più cordiali saluti”.

Il comitato d’onore oltre alle due rappresentanti in rosa, raggruppa nomi significativi dell’imprenditoria romana e nazionale. Tra questi Luigi Abete, Nerio Alessandri, Luca Cordero di Montezemolo, Aurelio De Laurentiis, Diego Della Valle, John Elkann, Cesare Geronzi, Andrea Guerra, Giovanni Malagò, Giuseppe Recchi, Aurelio Regina, sempre che abbiano accettato anche loro l’invito del Sindaco. Il loro obiettivo è quello di promuovere all’estero la candidatura di Roma per i prossimi giochi a cinque cerchi.

I nomi dunque ci sono, la mission anche, ma ancora non è stato designato un presidente e il motore della squadra non è stato ancora acceso.

Potrebbero interessarti anche