9:28 | Scontri del 15 ottobre, arrestato un altro 19enne

Un altro arresto nell’ambito delle indagini per gli scontri del 15 ottobre a Roma. Un ragazzo romano di 19 anni è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di devastazione, saccheggio e resistenza pluriaggravata. Il giovane è stato riconosciuto tra i black bloc che tentarono di assaltare un idrante della polizia in piazza San Giovanni.

Il 19enne era stato in un primo momento denunciato in stato di libertà. La misura restrittiva di oggi è stata emessa dal gip Riccardo Amoroso nell’ambito delle indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Saviotti e avviate dagli agenti del commissariato Trevi della Questura di Roma.

 

Incastrato dalle telecamere

L’indagato era stato fermato dagli agenti del Commissariato Trevi subito dopo aver lanciato sampietrini contro le forze dell’ordine. E’ stato riconosciuto tra i colpevoli di un tentativo di assalto ad uno dei veicoli-idranti della Polizia. Contro di lui c’è anche un video e delle immagini in cui si riconosce il ragazzo che, dopo aver tirato pietre contro il blindato, cerca di aprire la portiera per trascinare giù i poliziotti. Anche dopo il fermo il 19enne ha continuato ad aggredire le forze dell’ordine nel tentativo di guadagnare la fuga.

Proseguono le indagini della Digos della Questura di Roma e dei Ros dei Carabinieri per l’identificazione di ulteriori soggetti responsabili dei fatti accaduti il 15 ottobre scorso.

Potrebbero interessarti anche