9:54 | Sciopero dei mezzi, si comincia stanotte. Il dettaglio

Domani, giovedì 17 novembre, il servizio di trasporto pubblico sarà interessato da una serie di scioperi, due dei quali di 24 ore. Le proteste sono state indette dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Faisa Cisal e Sul.

Come funziona la protesta

Tra le 8,30 e le 17 e poi dalle 20 a fine giornata saranno a rischio le corse di bus (anche quelli della Cotral), tram, metrò e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. A rischio anche i 73 collegamenti (periferici e notturni) gestiti da Roma Tpl, per cui possibili disagi potranno verificarsi già questa notte sulle linee “n”. Per quel che riguarda Ferrovie dello Stato, invece, è previsto uno sciopero indetto dal Cub dalle 21 di questa sera alla stessa ora di domani giovedì 17 novembre. Maggiori informazioni su www.fsnews.it

Alle proteste potranno aderire tutti i lavoratori, compresi tra gli altri gli addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e i lavoratori delle biglietterie. Possibili disagi nel corso della giornata anche per le attività al pubblico dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità: check point per i bus turistici, contact center e numero verde disabili, Sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40 e box informazioni della stazione Termini e dell’Aeroporto di Fiumicino.

Sono esclusi, invece, dallo sciopero portieri, guardiani, addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza compresi quelli delle metropolitane.

 

Smog, stop ai veicoli inquinanti

Il Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde ha disposto per oggi, mercoledì 16 novembre, il divieto di circolazione per i veicoli a più alta emissione, secondo la normativa adottata per contenere l’inquinamento atmosferico a tutela della salute dei cittadini. Il provvedimento di blocco della circolazione, in vigore dalle 7.30 alle 20.30 nella fascia verde, riguarderà anche le auto a benzina Euro 1 oltre che le seguenti categorie già soggette a restrizioni: autoveicoli benzina Euro 0; autoveicoli diesel Euro 0-1-2; ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote 2 e 4 tempi Euro 0; microcar diesel Euro 0 -1.

Inoltre, per limitare il ristagno degli inquinanti, la Polizia di Roma Capitale adotterà ulteriori misure di fluidificazione del traffico nelle strade a maggiore percorrenza, dove possono verificarsi ingorghi e situazioni temporanee di congestione veicolare. Il provvedimento è stato assunto in considerazione dei livelli di pm10 rilevati dalle centraline: Cinecittà, Francia, Preneste e Tiburtina. Le condizioni meteorologiche per la giornata di domani, come rilevato dall’Arpa Lazio, sono favorevoli al ristagno degli inquinanti in atmosfera. Lo comunica il Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde di Roma Capitale

Potrebbero interessarti anche