Tutti i ministri del nuovo governo Monti

consiglio_ministri_monti_SLIDLa squadra del governo Monti: 17 ministri di cui 5 senza portafoglio, tutti tecnici. Tre donne nei posti chiave 

ROMA – Dopo i molti rumors sul toto nomine dei ministri, il nuovo premier, il senatore a vita Mario Monti, dopo aver sciolto la riserva sull’incarico ricevuto dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano per la formazione del nuovo governo, ha presentato la lista dei 12 ministri che lo accompagneranno, si dice, fino a fine legislatura.

Un governo, così come anticipato nei giorni scorsi, esclusivamente di tecnici e quindi con la totale esclusione dei politici. Confermato l’interim dello stesso Monti all’Economia, allo strategico ministero dello Sviluppo economico andrà l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera.

b70251f0db145b32a8cdc401d33ce989

Confermati anche, rispetto al totoministri dei giorni scorsi, la Difesa all’ammiraglio Di Paola e il Welfare alla docente Fornero. Per il delicato ministero della Giustizia, infine, l’avrebbe spuntata Paola Severino rispetto a Livia Pomodoro e Salvatore Mazzamuto, consigliere giuridico di Alfano.

Cinque i ministri senza portafoglio: agli Affari europei Enzo Moavero Milanesi, al Turismo-Sport Piero Gnudi, alla Coesione territoriale Fabrizio Barca, ai Rapporti con il parlamento Piero Giarda e alla Cooperazione interna e internazionale Andrea Riccardi. Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e segretario delle riunioni del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà.

 

 

Foto e biografie dei ministri del governo Monti

corrado-passera

Min. Sviluppo economico e Infrastrutture

 CORRADO PASSERA, 56 anni, banchiere e manager italiano, è attualmente l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo. È inoltre membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università Bocconi, della Fondazione Teatro alla Scala e Consigliere e Membro del Comitato Esecutivo dell’ABI (Associazione Bancaria Italiana).

mario-monti

Min. Economia

Interim a MARIO MONTI. L’ex commissario europeo per la Concorrenza e oggi neo presidente del Consiglio, Monti, guiderà anche il ministero dell’Economia, accompagnato probabilmente da quattro viceministri. Quasi certa la promozione di Vittorio Grilli, attuale direttore generale del Tesoro, mentre dovrebbe trasferirsi a Roma il preside della Bocconi Guido Tabellini, già autore di una proposta di minipatrimoniale per fronteggiare la crisi dei conti pubblici.

giampaolo-dipaola

Min Difesa

GIAMPAOLO DI PAOLA
L’ammiraglio Di Paola è oggi presidente del comitato militare della Nato, l’organo che riunisce i capi di Stato maggiore dei Paesi dell’Alleanza atlantica. Campano, di Torre Annunziata, l’ammiraglio è stato capo di Stato maggiore della Difesa tra il 2004 e il 2008, quindi sia sotto il governo Berlusconi sia sotto il governo Prodi. È stato inoltre capo di gabinetto prima con il ministro della Difesa Carlo Scognamiglio e poi con il suo successore Sergio Mattarella.

annamaria-cancellieri

Min. Interni

ANNA MARIA CANCELLIERI
Il prefetto Anna Maria Cancellieri è stato prima commissario a Bologna poi al Comune di Parma. È stata inoltre prefetto di Genova e Catania, dove si trovò a gestire l’emergenza ordine dopo la morte dell’agente Filippo Raciti durante gli scontri tra forze dell’ordine e tifosi.

paola-severino

Min. Giustizia

PAOLA SEVERINO
Nel 2002 è stata per settimane vicepresidente in pectore del Csm ma poi ha rinunciato alla candidatura, costatando il disaccordo sulla proposta dell’Udc. Paola Severino, avvocato penalista, è vicerettore dell’Università Luiss Guido Carli della Confindustria. Fino al 2001 ha rivestito la carica di vicepresidente del Consiglio della magistratura militare.

Giulio_Terzi_di_SantAgata

Min. Esteri

GIULIO TERZI DI SANT’AGATA
Attuale ambasciatore italiano degli Stati Uniti. Sant’Agata è stato in precedenza ambasciatore in Israele e Rappresentante Permanente d’Italia alle Nazioni Unite a New York dove ha guidato la delegazione italiana al Consiglio di Sicurezza durante l’ultimo periodo del biennio italiano come membro non permanente nel 2007-2008 concentrandosi in particolare su Afganistan, questioni umanitarie e protezione dei civili nei conflitti.

elsa-fornero

Min. Welfare

ELSA FORNERO
Allieva di Onorato Castellino, grande economista ed esperto di previdenza, Elsa Fornero, 63 anni, docente di economia all’Università di Torino, è a capo del Cerp, Center for research on pensions and welfare policies, uno dei maggiori centri studio sullo stato sociale in Italia e in Europa. Fornero è anche vicepresidente del Consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo e componente del Nucleo di valutazione sulla spesa previdenziale presso il ministero del Lavoro.

francesco-profumo

Min. Istruzione

FRANCESCO PROFUMO
è stato da poco nominato presidente del Cnr. 58 anni, è in uscita dal Politecnico di Torino come rettore. Ha iniziato la carriera nel 1978 all’Ansaldo di Genova. Dal 2003 al 2005 è stato preside della prima facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino.

lorenzo-ornaghi

Min. Beni Culturali

LORENZO ORNAGHI

63 anni Ornaghi è al suo terzo mandato come Rettore della Cattolica di Milano. La sua è una carriera tutta accademica. È considerato molto vicino al cardinal Angelo Bagnasco.
Direttore dell’Alta scuola di Economia e relazioni internazionali (ASERI), destinata alla formazione post-universitaria di esperti di sistemi economici e politici globali.

corrado-clini

Min. Ambiente

CORRADO CLINI, attuale direttore generale del medesimo ministero. Chirurgo, specializzato in medicina del lavoro, Clini è alla dirigenza del ministero dal 1990, cioè quasi da quando esiste il dicastero stesso, che è divenuto una struttura autonoma solo a partire dal 1986. Anni nei quali il tecnico ha visto avvicendarsi molti governi di diversa ispirazione, responsabili, secondo Clini, di non aver mai attribuito alle politiche ambientali la necessaria importanza.

mario-catania

Min. Politiche agricole 

MARIO CATANIA, proviene proprio dal Mipaaf dove è attualmente capo del Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dove ha diretto vari settori, tra cui quello del latte e della qualità dei prodotti.

renato-balduzzi

Min. Salute

RENATO BALDUZZI, presidente dell’Agenas dal 2007, costituzionalista, esperto di diritto sanitario, è stato Capo ufficio legislativo del ministro della Salute Bindi con la quale ha lavorato alla stesura della “riforma ter” della sanità del 1999.

 

I cinque Ministri senza portafoglio:

Affari europei
ENZO MOAVERO MILANESI Avvocato, 57 anni, specializzato in antitrust, è giudice presso la Corte europea di Giustizia di Lussemburgo. E’ stato fino al 2006 direttore generale del ‘Bureau of European Policy Advisors’ della Commissione europea

Turismo-Sport
PIERO GNUDI Dottore commercialista, è stato presidente dell’Enel e dell’Iri. È stato inoltre presidente di Rai Holding, presidente Locat, presidente Astaldi. Consigliere di Amministrazione di Unicredit, è membro della Giunta direttiva di Assonime, del Comitato Esecutivo e del Consiglio Generale dell’Aspen Istitute, del Comitato Direttivo del Consiglio per le Relazioni tra Italia e Stati Uniti.

Coesione territoriale
FABRIZO BARCA Capo del dipartimento delle Politiche di Sviluppo del ministero dell’Economia e delle Finanze. Nel 1999 è stato nominato presidente del comitato per le Politiche territoriali dell’Ocse.

Rapporti con il parlamento
PIERO GIARDA Attualmente è responsabile del Laboratorio di Analisi Monetaria dell’Università Cattolica. E’ stato presidente della Commissione Tecnica per la Spesa pubblica presso il ministero del Tesoro dal 1986 al 1995. E’ stato altresì Sottosegretario di Stato allo stesso ministero dal 1995 al 2001.

Cooperazione internazionale e integrazione
ANDREA RICCARDI Romano, classe 1950, è ideatore e fondatore, nel 1968, della Comunità di Sant’Egidio. Ha avuto un importante ruolo di mediazione in molti conflitti e ha contribuito al raggiungimento della pace in Mozambico, Guatemala, Costa d’Avorio. È autore di molti saggi di storia della Chiesa.

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e segretario delle riunioni del Consiglio dei Ministri è stato nominato Antonio Catricalà, presidente di sezione del Consiglio di Stato, e attuale presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche