Quaranta finestrini rotti: ancora vandali sui treni Fs

treni-danneggiati-SLIDDall’inizio di novembre i convogli regionali danneggiati per 65 mila euro. “Chi vede qualcosa, denunci” | FOTO

ROMA – Un bilancio di novembre veramente negativo. Nella prima metà del mese Trenitalia ha registrato 9 convogli vandalizzati, 9 giorni di stop alle officine e un danno complessivo di circa 65 mila euro.

L’ultimo episodio due giorni fa. Un gruppo di vandali ha assaltato quattro treni regionali in servizio sulla ferrovia Roma-Viterbo, distruggendo 40 finestrini (foto) e sedili per un danno complessivo di 25 mila euro. I convogli saranno fuori servizio per quattro giorni, per consentire le riparazioni in officina.

Appena una settimana fa altri cinque convogli Taf erano stati distrutti, con un danno economico di 40 mila euro. E pure in quel caso i mezzi erano stati ritirati dalla linea ferroviaria per le riparazioni. “Non far circolare un treno che in media effettua otto viaggi al giorno – ricordano da Trenitalia – significa ridurre l’offerta di 6.000 posti”. Il fermo di quattro giorni per i treni danneggiati l’altro ieri riduce quindi l’offerta di 24.000 posti, che vuol dire disagio e degrado per i viaggiatori della linea.

Nonostante la sorveglianza degli agenti di Polizia ferroviaria, Fs fa appello al senso civico dei cittadini per prevenire questo genere di episodi. Alcuni giorni fa, grazie alla buona volontà di una viaggiatrice che ha segnalato atti di vandalismo al capotreno di un convoglio regionale, tre minorenni sono stati identificati e denunciati.

Potrebbero interessarti anche