Manifestazione anti-Monti. Il 3 dicembre Roma torna in piazza

indignati-bankitalia-SLIDERI sindacati di base contro il nuovo governo: “Sarà una lotta lunga”. Convocata l’assemblea delle forze conflittuali

ROMA – Roma si prepara a un altro 15 ottobre. Dopo la manifestazione euromediterranea, purtroppo degenerata a causa dell’assalto dei black bloc, la Capitale si prepara a un altro giorno di protesta. I sindacati Usb, Cib-Unicobas, SiaiCobas, Snater e Usi hanno indetto una assemblea nazionale “delle forze conflittuali” che si svolgerà a Roma il 3 dicembre prossimo.

“Il forte disagio esistente in tutto il paese, la necessità di milioni di persone di aggrapparsi al nuovo per cancellare la paura di una crisi che si fa sempre più pressante, insieme al condivisibile senso di liberazione che ha accompagnato la fine del Governo Berlusconi – scrivono in una nota gli organizzatori – impediscono a molti di focalizzare come questo governo cosiddetto tecnico sia in grado di decidere misure ancor più pesanti del precedente, sia perché guidato da forti poteri economici, sia perché fondato su una unità nazionale politica e sindacale che gli farà credere di poter avere mano libera”.

La protesta e lo sciopero generale sono quindi indetti per il 3 dicembre.

Potrebbero interessarti anche