11:41 | Mazzette in cambio di licenze: arrestati due Ncc

Due uomini di 45 e 55 anni sono stati arrestati insieme a un vigile urbano di 55 anni, tutti residenti a Gorga, piccolo comune a sud di Roma. Ad autorizzare le misure di custodia cautelare è stato il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Velletri, nell’ambito di un’indagine per la concessione delle licenze Ncc. I tre sono accusati di falsità ideologica e abuso d’ufficio in concorso.

E’ stato dimostrato che i due N.C.C. versavano una “mazzetta” da 50 euro al mese al vigile urbano, il quale curava personalmente l’evoluzione delle procedure per la concessione delle licenze: in particolare, il 55enne aveva concesso, in modo fittizio, un garage di sua proprietà come autorimessa per le autovetture da utilizzare per il servizio di noleggio con conducente, elemento indispensabile al fine della concessione delle autorizzazioni. In realtà, tali autovetture, oltre a non essere mai state parcheggiate nella rimessa, venivano utilizzate esclusivamente nella Capitale. Alla luce di questi elementi, l’ipotesi di reato di abuso d’ufficio maturata all’inizio delle indagini si è trasformata in quella più grave di corruzione, insieme alla falsità ideologica commessa dal vigile.

Nei confronti dei tre personaggi coinvolti nella vicenda sono emerse chiare esigenze cautelari in relazione al concreto e grave pericolo di reiterazione dei reati commessi, a seguito delle quali il Giudice per le Indagini Preliminari di Velletri, accogliendo le risultanze dei Carabinieri della Compagnia di Colleferro e della Stazione di Gorga, ha emesso a loro carico un ordine di custodia cautelare da scontare agli arresti domiciliari, dove rimarranno in attesa di essere ascoltati dall’Autorità Giudiziaria.

L’attività odierna si inquadra nell’ampia indagine portata avanti dai Carabinieri dal mese di luglio dello scorso anno, che ha già portato alla denuncia a piede libero di circa 100 N.C.C. abusivi scovati nel territorio della provincia a sud di Roma. A giugno scorso, invece, sono scattati gli arresti nei confronti di un funzionario del Comune di Labico e di due titolari di licenza N.C.C. accusati di corruzione e falsità ideologica, la stessa fattispecie di reato evidenziata nel caso odierno. Sono ancora in corso numerosi accertamenti dei Carabinieri su diverse concessioni di licenze N.C.C., tuttora al vaglio della Magistratura di Velletri e Tivoli.

Potrebbero interessarti anche