Il Tar sblocca i lavori per il prolungamento della metro B

metro_rebibbiaRespinto il ricorso sull’aggiudicazione della gara vinta dall’Ati guidata da Vianini. Ora cantierizzare

ROMA – Il Tar del Lazio dichiara inammissibile il ricorso presentato dall’Acer di Eugenio Battelli e dalla Cmb di Carpi, contro l’aggiudicazione della gara assegnata al gruppo Vianini (di Caltagirone), Salini Costruttori e Ansaldo Sts per il prolungamento della metro B da Rebibbia a Casal Monastero, la prima a spingersi oltre il Gra.

Con un dispositivo di poche righe (che rimanda alle motivazioni) la seconda sezione del Tribunale amministrativo, presieduta da Luigi Tosti “accoglie il ricorso incidentale e dichiara inammissibile quello principale”. Tecnicamente, il dispositivo significa che il Tar non è entrato neppure nel merito delle motivazioni portate dai ricorrenti.

La querelle sembra dunque essersi chiusa, a meno che l’Acer e Cmb non pensino già ad ulteriori ricorsi. Quindi l’Ati guidata dal gruppo Vianini potrà ora procedere con i lavori dell’importante opera infrastrutturale romana.

“Dopo questo pronunciamento – ha dichiarato subito dopo la sentenza l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma – la nostra intenzione è di cantierizzare al più presto una infrastruttura importantissima per la mobilità di un intero quadrante di Roma”.

Soddisfatti i vincitori. La stessa Salini, in una nota spiega che “l’appalto per il prolungamento della metro B, primo tratto della metropolitana di Roma a spingersi oltre il Gra, prevede la realizzazione dei lavori per il prolungamento di 3,8 chilometri della linea B, da Rebibbia a Casal Monastero, con due stazioni, San Basilio e Torraccia/Casal Monastero, un nodo di interscambio a ridosso del Gra a Casal Monastero, un deposito secondario che andrà a servire il sistema della Linea B, due parcheggi per 2.500 posti più la successiva gestione degli impianti e dei servizi di stazione nonché delle aree e degli impianti destinati all’interscambio dei flussi passeggeri. L’opera, commissionata da Roma Metropolitane per un valore di circa 560 milioni di Euro, sarà realizzata in project financing e sarà completata entro 5 anni dall’apertura dei cantieri”.

Potrebbero interessarti anche