16:17 | Carceri e processo civile, in agenda dei ministri entro fine 2011

I temi delle carceri e dell’accelerazione del processo civile saranno affrontati ”in tempi rapidi, con ogni probabilità in un consiglio dei ministri prima della fine dell’anno”. Lo rende noto ai giornalisti il ministro della Giustizia, Paola Severino, nel corso di un incontro con la stampa dopo aver ricevuto la giunta dell’Associazione Nazionale Magistrati. Con i magistrati, riferisce il Guardasigilli, ”abbiamo discusso sulla deflazione del numero dei carcerati con misure alternative ed è stato un punto che ci ha visto convergenti.

Si è parlato, quali strumenti alternativi, degli arresti domiciliari sia preventivi alla carcerazione che post sentenza. E’ emersa poi – continua la Severino – la necessità di trovare una soluzione alle cosiddette ‘porte girevoli’, con persone che entrano ed escono dal carcere nel giro di pochi giorni”. Sono comunque da individuare ”misure giuste che contemperino la difesa della societa’ e i diritti unmani dei detenuti”. Sul fronte del processo civile la prima misura, spiega il ministro che comunque si richiama al ”principio della gradualita”’, dovrebbe essere ”quella relativa alle circoscrizioni giudiziarie. Una misura che creera’ efficienza nel processo e che deve essere attuata su tutto il territorio nazionale”. Infine, sono ancore parole del ministro, ”è pressoché pronto il provvedimento sui giudici di pace”.

Potrebbero interessarti anche