11:36 | Prese a martellate un rumeno, fuga finita per un giovane marocchino

Fuga finita per un  marocchino di 26 anni, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l’accusa di tentato omicidio. Il giovane si era reso irreperibile dopo aver aggredito un cittadino romeno di 29 anni durante una lite scoppiata per futili motivi.

I fatti risalgono alla tarda serata del primo dicembre scorso: due gruppetti di ragazzi, cittadini romeni da una parte, marocchini dall’altra, si sono scontrati forse a causa di qualche bicchiere di troppo. Quando il litigio sembrava finito, il marocchino 26enne, nascondendo un martello nella manica della maglia che stava indossando, si è avvicinato alle spalle di uno dei ragazzi romeni e lo ha colpito più volte alla testa, provocandogli una grave frattura cranica.

La vittima, trasportata all’ospedale “Sandro Pertini”, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e si trova tuttora ricoverata in coma. L’aggressore, subito dopo il gesto, è scappato a piedi. Dopo oltre 10 giorni di indagini i militari lo hanno individuato in via Pietro Silva, a Centocelle, all’interno di un furgone abbandonato. Il 26enne ora si trova rinchiuso nel carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbero interessarti anche