Le ore di traffico? A ogni romano costano 1.750 euro l’anno

traffico_johnny_stecchinoDue milioni e mezzo di automobili causano 200 giorni di congestione l’anno. 1,22 miliardi di euro di benzina

ROMA – Quando gli antichi romani cominciarono a costruirla, certo non la pensarono per due milioni e mezzo di automobili. Eppure Roma, che in gran parte riutilizza le arterie stradali realizzate duemila anni fa, oggi conta 2,5 milioni di macchine in circolazione ogni giorno. Un esercito a quattro ruote per mantenere il quale i cittadini sborsano 1,22 miliardi di benzina ogni anno, cui si aggiungono 1,62 miliardi di euro in ore non lavorate e produttività persa. Risultato: il traffico costa alla Capitale 2,84 miliardi di euro ogni 365 giorni, cioè 1.750 euro per ogni cittadino.

Sono i numeri del rapporto “Scenari e opzioni per la mobilità sostenibile” redatto dalla Luiss in collaborazione con Formiche: guidare l’auto, insomma, è un incubo, un costo e anche un lusso: complessivamente le famiglie italiane spendono 170 miliardi l’anno, di cui 50 miliardi solo in tasse. Il costo totale per il trasporto pubblico, al confronto, è di “appena” 10 miliardi.

Il costo economico del tempo perso a causa dei problemi legati alla mobilità urbana e allo smog si può stimare in Italia fino a 27 miliardi di euro, otto dei quali nella sola Capitale. A Roma, oltre alla perdita economica e ambientale, il traffico incide negativamente anche sulla qualità di vita dei cittadini : negli ultimi cinquant’anni sono cresciute in maniera esponenziale le ore passate in macchina per raggiungere il posto di studio o di lavoro. A fronte di un aumento della popolazione da 2,2 a 2,5 milioni (+13,6%), i tempi di percorrenza si sono quintuplicati, fino al record negativo di 200 giorni di congestione in un anno.

Parafrasando una celebre frase del film “Johnny Stecchino”, si può dire che davvero il problema più grave di Roma è il traffico.

Potrebbero interessarti anche