Claudio Bisogniero è il nuovo ambasciatore italiano a Washington

BisognieroPrende il posto del neo ministro degli Esteri, Terzi di Sant’Agata. Figlio di Riccardo, protagonista della crisi di Sigonella

ROMA – La prima e più importante nomina diplomatica del nuovo governo Monti è quella di Claudio Bisogniero, 57 anni, romano, uno dei diplomatici più brillanti della nuova generazione e attualmente segretario generale aggiunto della Nato a Bruxelles, che sarà il nuovo ambasciatore italiano a Washington in sostituzione del neo-ministro degli Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata.

Bisogniero è figlio di Riccardo, l’ex comandante generale dei Carabinieri protagonista della crisi di Sigonella, il complesso caso diplomatico che rischiò di sfociare in uno scontro armato tra le forze americane e l’Italia.
Nell’ottobre del 1985, alla testa dei blindati dell’Arma Riccardo Bisogniero, su disposizione di Craxi, impedì all’aereo americano Delta Force l’uso unilaterale della base siciliana come prevedeva il piano Reagan dopo l’arresto dei terroristi dell’Achille Lauro.

La designazione di Claudio Bisogniero, che attende ora il gradimento della Casa Bianca e che è stata fortemente voluta sia da Monti che dal presidente della Repubblica da Napolitano, si inserisce nella logica di consolidare e migliorare i rapporti tra Italia e Usa e in particolare tra Napolitano e Obama. L’ambasciata di Washington è la sede diplomatica più importante e vale a premiare un ambasciatore tra i più stimati della nuova generazione diplomatica italiana.

“Siamo lieti di inviarle i nostri più cordiali auguri per il suo incarico di ambasciatore italiano a Washington DC, nella certezza che la missione diplomatica che lei inizierà contribuirà a rafforzare ulteriormente i legami di amicizia che esistono tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America”. È quanto ha scritto il presidente della Fondazione Italia Usa, Lucio D’Ubaldo, nel messaggio di congratulazioni al nuovo ambasciatore italiano a Washington, Claudio Bisogniero.

Potrebbero interessarti anche