15:43 | Uccise il figlio, indiano condannato a 15 anni di carcere

Aveva ucciso il figlio 21enne pugnalandolo ripetutamente al torace l’11 aprile del 2009. Oggi la Corte di Cassazione ha confermato per K. V., un uomo indiano di 41 anni, la pena di 15 anni e 4 mesi di reclusione come stabilito nella sentenza della Corte di Assise d’Appello di Roma del dicembre dello scorso anno. La suprema corte ha respinto il ricorso presentato alla precedente sentenza e i carabinieri della stazione Lavinio Lido di Enea hanno trasferito l’uomo nel carcere di Velletri dalla sua casa, dove era già sottoposto al regime degli arresti domiciliari. La lite, che ha portato all’omicidio del figlio,sarebbe scaturita per divergenza di idee fra i genitori ed il ragazzo, ritenuto responsabile di non volersi attenere alle regole culturali del proprio nucleo familiare.

Potrebbero interessarti anche