Che fine fanno i fondi erogati del Coni?

Richiesta trasparenza sull’utilizzo dei 17mln di contributi che il Coni versa a Enti di promozione

ROMA – Dove finiscono e come vengono utilizzati parte dei 408 milioni di euro stanziati dallo Stato per il Coni per il 2012? Questa la domanda cruciale, e più che legittima, presente nell’interpellanza parlamentare presentata dagli onorevoli Berretta, Misiani, D’Incecco e Boccuzzi del PD.

Ben 17 milioni di euro di contributi l’anno vengono versati dal Coni ad alcuni enti di promozione. Una cifra decisamente considerevole, per cui sarebbe d’obbligo la trasparenza riguardo alla destinazione e l’utilizzo. Invece, non è dato sapere come questi enti impieghino tali ingenti fondi.

Nella lista dei fortunati troviamo, ad esempio, Sport Padania, il cui presidente onorario è niente di meno che Umberto Bossi. Fra le attività dell’associazione sportiva, che si dichiara apolitica nonostante la lista dei dirigenti, in un trionfo di verde, comprenda esclusivamente membri della Lega Nord, troviamo un profluvio di tornei di arti marziali e calcio. Ma da nessuna parte riusciamo ad individuare l’ammontare del contributo da parte del Coni e, soprattutto, dove esso venga impiegato.

Un milione e duecentomila euro è, invece, la cifra che viene assegnata all’associazione Alleanza Sportiva. Solo il nome ci anticipa la provenienza del presidente, l’onorevole Claudio Barbato, iscritto a Futuro e Libertà. È interessante sbirciare nella sezione dedicata agli eventi, “Accade oggi”, e trovarla desolatamente vuota. Anche in questo caso, non è dato sapere quale sia stata la destinazione del denaro ricevuto in contributo.

Altrettanto misteriose restano le modalità di utilizzo dei fondi da parte degli altri enti, tra cui citiamo l’associazione Centri Sportivi Aziendali Industriali, l’Unione Sportiva Acli e le Polisportive Giovanili Salesiane.

L’interpellanza parlamentare, pertanto, richiede che vengano resi noti gli scopi che giustificano il versamento di tali somme e venga verificata la conformità agli obiettivi. Secondariamente, ci si domanda quali iniziative verranno assunte per rendere completamente pubblico e trasparente l’uso dei fondi erogati dal Coni.

Potrebbero interessarti anche