Nel Milleproroghe licenze new slot e concessioni scommesse

slot_machineIl pacchetto giochi prevede proroghe per le licenze sportive e new slot e misure di sostegno anche al Bingo

 

ROMA – Misure di sostegno al Bingo – con l’allungamento di un anno del regime fiscale agevolato per le sale ed un montepremi ancora al 70% degli incassi contro il precedente 58% – e una doppia proroga “tecnica” della scadenza di concessioni statali: di tre mesi (dal 30 giugno al 30 settembre 2012) per circa 700 agenzie di scommesse sportive, di quattro mesi – dal 31 dicembre al 30 aprile del prossimo anno – per i dieci operatori new slot.

Sono i provvedimenti approntati dal ministero dell’Economia e contenuti nel “pacchetto giochi”, attualmente al vaglio dei tecnici di Palazzo Chigi in vista del varo previsto per domani del decreto Milleproroghe da parte del Consiglio dei Ministri.

L’allungamento dei termini di scadenza delle licenze, spiegano ad Agipronews fonti governative, si spiegherebbe – nel caso delle scommesse sportive – con la necessità di attendere la sentenza della Corte di Giustizia Europea (che valuterà in primavera la conformità del regime italiano al Trattato Ue) prima di lanciare la procedura di gara già prevista dal ministero dell’Economia per lo scorso 31 ottobre e dalla quale si prospettano introiti erariali per 115 milioni di euro. Un panorama totalmente incompatibile, quindi, con fantasiose notizie di stampa che riferivano nei mesi scorsi di una pubblicazione del bando di gara in Gazzetta Ufficiale per il 31 ottobre.

Per quanto riguarda le concessioni new slot, l’analisi delle 13 candidature (i dieci operatori tradizionali e altre tre società) da parte della commissione di gara incaricata dai Monopoli di Stato è alle battute finali ma le assegnazioni non avverranno prima di gennaio. Si rende quindi necessaria una breve proroga tecnica della scadenza, in ogni caso fissata “entro e non oltre il 30 aprile 2012”. La procedura porterà nelle casse di via XX settembre 135 milioni di euro.

Infine, secondo quanto si apprende, in extremis potrebbe anche entrare nel testo un intervento – probabilmente il differimento dei termini di pagamento dell’imposta – sulla cosiddetta “tasse sul macinato”, l’addizionale calcolata sul margine dei concessionari di scommesse sportive introdotta dalla legge di stabilità per il 2011.

Potrebbero interessarti anche