14:17 | Roma più sicura: entro l’anno nuovo in strada 200 bus antiaggressione

Roma diventa più sicura. A partire dal 31 dicembre prossimo cammineranno per la capitale 200 bus antiaggressione, come comunica in una nota l’Atac, rispettando così l’impegno siglato lo scorso sei ottobre a Palazzo Valentini tra l’amministratore delegato dell’azienda e il prefetto della città. Si tratta di 178 mezzi Breda Menarini da 18 metri dotati di maniglione antipanico e altri 22 mezzi Cursor Iveco da 12 metri su cui l’azienda per la mobilità romana ha provveduto a creare nuove cabine di sicurezza. I 200 bus si sommeranno ai 50 in servizio dotati di cabina di sicurezza, mentre tutti i nuovi mezzi di superficie acquistati in futuro da Atac saranno già dotati dai fornitori di cabina blindata. I nuovi pullman saranno impiegati sulle linee “calde”, ovvero in zone periferiche come Acilia, Tor Bella Monaca e Magliana, dove negli ultimi mesi si sono verificate numerose aggressioni a conducenti e passeggeri.

“La sicurezza sul fronte trasporto e mobilità è essenziale”, ha detto il sindaco Gianni Alemanno, e “la presenza di una cabina blindata a bordo rende più sicuri anche i passeggeri”. I bus anti-aggressione, ha poi sottolineato l’assessore Aurigemma, “sono un atto dovuto verso le persone che ogni giorno trasportano migliaia di romani a scuola o al lavoro”. L’impegno del Campidoglio per la sicurezza sui mezzi pubblici prosegue: la gara per l’acquisto di nuovi bus con le cabine blindate, fa sapere l’a.d. Atac Tosti, sta per essere bandita. Un impegno, peraltro, che sta già dando frutti: “Negli ultimi tre mesi”, informa l’amministratore delegato, “i dati delle aggressioni tendono allo zero”.

Potrebbero interessarti anche