14:59 | Cittadino cinese trasportava in un furgone 50mila fuochi d’artificio. Arrestato

All’interno del furgone occultati in alcune scatole gli agenti hanno trovato circa 300 chili di artifizi pirotecnici, tra cui 92 kg di polvere pirica.

A “spegnere” la vendita dei fuochi illegali, gli agenti del Commissariato Fidene Serpentara.

Impegnati in un servizio mirato in attuazione del piano di controlli disposto dal Questore di Roma, Francesco Tagliente, in vista delle festività di fine anno, hanno intercettato il furgone in via dei Prati Fiscali e lo hanno seguito fermandolo in via Tor de Schiavi in zona Prenestina.

Alla guida del camioncino c’era un cittadino cinese che non parlava bene l’italiano. Alla richiesta degli agenti di aprire i portelloni posteriori del furgone, l’uomo ha riferito agli agenti di non avere con sé le chiavi.

Ma i poliziotti non gli hanno creduto e infatti una volta aperto il vano di carico del furgone, si sono trovati davanti una catasta di scatoloni, contenenti circa 50.000 fuochi d’artificio.

Alla richiesta di fornire spiegazioni, il cittadino cinese ha riferito ai poliziotti di non conoscere la provenienza del materiale e tantomeno la sua destinazione. Poi, incalzato dalle domande degli investigatori, l’uomo ha riferito di aver ricevuto la merce in “regalo” da un connazionale.

Il conducente è stato accompagnato presso l’ufficio Immigrazione per la verifica della sua posizione sul territorio nazionale. All’esito degli accertamenti Y.D., 30 anni, è stato denunciato per il reato di trasporto illecito di fuochi artificiali senza licenza.
Tutto il materiale di provenienza cinese è stato sequestrato e messo in sicurezza.

Potrebbero interessarti anche