Passaggio di consegne alla Fao: è l’ora di da Silva

jose-graziano-da-silvaIl brasiliano è atterrato questa mattina a Roma, dove il primo gennaio succederà ufficialmente a Diouf

ROMA – Cambio di guardia alla Fao. È arrivato a Roma questa mattina il nuovo direttore generale dell’agenzia Onu che combatte la fame nel mondo. Proprio nella Capitale avverrà, il prossimo primo gennaio, il passaggio di consegne tra l’agronomo brasiliano José Graziano da Silva e il suo predecessore, il senegalese Jacques Diouf, che ha retto l’agenzia per 18 anni. Resterà in carica fino al 2105.

Da Silva, 61 anni, era stato eletto a capo della Fao lo scorso 26 giugno con 92 voti su 180 nella Conferenza Biennale dell’ Agenzia Onu. È il primo rappresentante dell’America Latina a guidare la famosa organizzazione. Ex ministro per la Sicurezza alimentare del presidente Lula, da Silva incarna il programma brasiliano di lotta alla fame “fome zero” (zero fame), considerato un enorme successo. Mettendo l’accento sulla partecipazione della società civile e sulla parità tra uomo e donna, il programma ha contribuito a far uscire in cinque anni 24 milioni di persone dalla condizione di estrema povertà e a ridurre del 25% la malnutrizione in Brasile. Per da Silva la sfida che comincerà il primo gennaio sarà ancora più dura: il mondo conta 925 milioni di persone malnutrite e ogni sei secondi un bambino muore per problemi dovuti alla fame.

Potrebbero interessarti anche