Mozzarelle blu a Frosinone, a volte ritornano

Mozzarelle-bluSequestrate due partite di latticini in due diversi supermercati. Lo scandalo già nel 2010

A volte ritornano. Dopo lo scandalo scoppiato nel 2010, è ancora allarme a Frosinone per la vendita delle mozzarelle blu. Questa mattina gli uomini della Questura hanno sequestrato un’ intera partita di prodotti caseari in un supermercato del capoluogo laziale, dopo la denuncia di un insegnante. L’uomo, residente a Torrice, infatti aveva comperato la mozzarella lo scorso 30 dicembre, l’aveva conservata nel frigorifero di casa, ma al momento dell’utilizzo la sorpresa: il formaggio aveva assunto una strana pigmentazione blu. Già ieri sera, in un altro esercizio commerciale, era stata sequestrata un’altra partita. Sono attese per domani le analisi dell’Asl di Frosinone, mentre gli investigatori tentano di identificare la provenienza dei latticini. “Stiamo controllando altri supermercati della provincia – ha tenuto a precisare il questore Giuseppe De Matteis – e stiamo sequestrando le mozzarelle che appartengono alla marca sospetta. Ma non siamo in grado di dire quale sia la causa di questo colore blu che si presenta all’apertura del sacchetto”.

Il caso delle mozzarelle blu esplose già nel giugno del 2010, quando nel Torinese vennero sequestrate 70mila confezioni del formaggio che diventavano blu all’apertura della bustina. Si trattava di mozzarelle prodotte in Germania per una società italiana che le commercializzava. La segnalazione era arrivata ai carabinieri dei Nas di Torino da una signora che, avendo osservato l’inquietante fenomeno, lo aveva ripreso col telefonino. In seguito, numerose segnalazioni si erano ripetute in tutta Italia e lo scandalo aveva coinvolto anche due grandi produttori della penisola.

Potrebbero interessarti anche