Saldi invernali, al via la grande maratona

saldi1Da oggi a Roma la stagione degli sconti. Negozi aperti fino alle 22 per la liberalizzazione voluta dal governo

ROMA – Pronti, partenza, via. La stagione dei saldi invernali è alle porte. Nella Capitale è ormai scattato il conto alla rovescia, essendo previsto per domani l’inizio degli sconti sulle merci in vendita. Nonostante la crisi, ben sette famiglie su dieci non rinunceranno ai tradizionali acquisti d’occasione post-natalizi, secondo uno studio di Confesercenti.

Tra i prodotti più richiesti, capi d’abbigliamento e calzature. Anche se il Codacons avverte che le prospettive sono tutt’altro che rosee: si stima infatti un calo netto delle vendite pari al 30 per cento rispetto al 2011. A risentire della grave crisi del commercio saranno soprattutto i piccoli negozi e per la prima volta anche gli outlet e i centri commerciali vedranno una consistente diminuzione del proprio giro d’affari.

A Roma sono previsti negozi aperti fino alle 22, per effetto della liberalizzazione degli orari decisa dal governo Monti. Gli esercizi commerciali, comprese le attività di somministrazione di alimenti e bevande, a partire dal 2 gennaio, potranno così operare, come prevede la legge, senza limitazioni su orari di apertura e chiusura, chiusura domenicale e festiva, nonché sulla mezza giornata di chiusura infrasettimanale.

Un provvedimento che ha lasciato scontenti tanti i commercianti, quanto i cittadini del centro storico e delle zone della movida. “Non è certo questo il momento per dire che la liberalizzazione aiuta la crisi, ma è un momento in cui si deve parlare di un consumo ragionato in un comparto del commercio che in particolare nel centro storico è disordinato, caotico e non tutto di qualità”, tuona Viviana Piccirilli Di Capua dell’Associazione abitanti centro storico.

Il timore più grande, infatti, è che in zone come San Lorenzo o Ponte Milvio la chiusura incontrollata di locali ed esercizi commerciali possa peggiorare la qualità di vita dei residenti, più di quanto già non lo sia, intesificando così traffico caotico, soste selvagge, inquinamento acustico, risse ed aggressioni, atti vandalici.

Potrebbero interessarti anche