17:23 | Stazione Prenestina, furto rame rallenta i convogli diretti verso Roma

Un ennesimo furto di cavi di rame è stata la causa di alcuni rallentamenti di questa mattina sulle linee regionali Roma – Fiumicino (FR1) e Roma – Tivoli (FR2). 

Dalle 7 alle 12 si sono registrati infatti ritardi, fra i 10 e i 20 minuti, per i convogli diretti nella Capitale.

La scorsa notte in prossimità della stazione di Roma Prenestina, sono stati asportati circa 800 metri di cavi. Il valore del rame trafugato è di circa 130 mila euro ma il danno derivato dal furto è enormemente più elevato: in termini di disagi per i viaggiatori, reintegro del materiale rubato e lavoro aggiuntivo per il ripristino del regolare funzionamento della linea.

Il furto è stato rilevato dalle squadre tecniche di pronto intervento del Gruppo FS inviate sul posto dalla sala operativa di controllo, in seguito alla segnalazione di anomalia evidenziata dagli apparati tecnici di sicurezza. I cavi in rame, le cosiddette trecce, alimentano, infatti, i sistemi di controllo della circolazione.

La sottrazione dei cavi in rame, comunque, non comporta problemi di sicurezza alla circolazione ferroviaria che prosegue, sebbene rallentata, secondo specifici protocolli di sicurezza. 

La circolazione ferroviaria si è normalizzata  anche se le squadre tecniche di pronto intervento sono ancora al lavoro.

Le Ferrovie dello Stato hanno sporto denuncia contro ignoti.

Potrebbero interessarti anche