Taxi, altra giornata di proteste e di disagi per i romani

tassisti-protestaOggi nuovo incontro tra sindacati e governo e nuova assemblea al Circo Massimo. Disagi a Fiumicino senza taxi

ROMA – Attese inutili ai telefoni delle centrali operative, parcheggi vuoti e pochissime auto bianche in circolazione. E’ praticamente impossibile per turisti e romani trovare taxi nella capitale, a causa dell’assemblea convocata stamane al Circo Massimo, dove i tassisti metteranno a punto la loro strategia in vista dell’incontro tra sindacati e governo sulle liberalizzazioni previsto nel pomeriggio a palazzo Chigi.

A Fiumicino ad esempio, già dalle 07:00 gli stalli di prelevamento dei clienti, in particolare nei settori dei terminal 1 e 3 erano vuoti, mentre si formavano file consistenti di passeggeri, che hanno atteso anche un’ora, prima di riuscire a comprendere che le auto bianche non sarebbero mai arrivate. “C’é un’assemblea dei tassisti anche oggi? – sospira un viaggiatore appena giunto con il volo Alitalia da Torino – non lo sapevo, pazienza, vorrà dire che ripiegherò sul treno.”. Tanti i passeggeri che, vista l’assenza di auto bianche, hanno deciso di raggiungere Roma servendosi dei bus del Cotral e del treno “Leonardo Express”, che effettua il collegamento diretto tra lo scalo romano e la stazione Termini.

Intanto al Circo Massimo sta entrando nel vivo l’assemblea. In attesa che i rappresentanti delle sigle sindacali giungano per esporre ai lavoratori quanto intendono proporre quest’oggi al governo, la protesta dei tassisti si sta infiammando.
Infreddoliti ed avvolti tra sciarpe e cappelli, pronti a dire ancora una volta ‘no’ alle liberalizzazioni, i manifestanti, circa 400 arrivati da tutta Italia, hanno già lanciato petardi ed insulti contro il presidente del Consiglio, Mario Monti, mostrando alle televisioni e ai giornalisti striscioni dal titolo: ‘Monti = Schettino, manovra omicida’.

Il testo presentato ieri al governo sarebbe un testo leggermente modificato rispetto alle bozze circolate, che demanderebbe ai sindaci la scelta di incrementare il numero delle licenze complessive e anche rispetto al singolo tassista. Oggi pomeriggio i sindacati saranno nuovamente convocati a palazzo Chigi. “Valuteremo e faremo le nostre controproposte” ha detto Bittarelii, al termine dell’incontro con il governo. “Spero che elaboreremo una proposta unitaria”, ha aggiunto, riferendo che il governo sarebbe “disposto a fare una pausa di riflessione nel caso si valuti che le liberalizzazioni non servono”.

 

Leggi anche:

La lunga giornata dei tassisti contro le liberalizzazioni (17 gennaio 2012)

Potrebbero interessarti anche