A Roma sfila l’alta moda tra Sarli e Gattinoni

SLIDERaltaRomaIn passerella fino a domani alcune delle maison italiane più conosciute, da Sarli a Balestra. Connubio tra moda e arte

ROMA – Dalla Torre Eiffel al Colosseo. Sarà staffetta tra le due Capitali per gli amanti dell’Alta moda. Spenti i riflettori sulle passerelle parigine, che concluderanno oggi in gran bellezza con Valentino una tre giorni all’insegna del fascino e dell’eleganza, al di là della crisi economica, tutti gli occhi saranno puntati su Roma, dove dal 28 al 31 gennaio andranno in scena le sfilate di AltaRoma. La kermesse, alla sua ventesima edizione, entrerà nel vivo con le collezioni dell’haute couture nel complesso di Santo Spirito in Sassia, trasformando la città in uno scenario eterogeneo di arte, moda e creatività, grazie al talento di stilisti che portano in passerella le loro creazioni, ai giovani talenti emergenti che si esprimono attraverso la loro preziosa artigianalità, e anche ad ambiti incontri con le storiche maison italiane ed internazionali.

Tante le conferme: da Sarli, che aprirà le danze, a Curiel, da Gattinoni a Balestra, che chiuderà la kermesse martedì sera. Sarà un’edizione all’insegna delle novità, fanno sapere da AltaRoma. “Capace di offrire molteplici spunti  –  spiega la presidente della società che gestisce l’haute couture capitolina, Silvia Venturini Fendi – e nuovi modi di presentare collezioni di nicchia che esaltano il connubio tra moda, arte e artigianato, tre fattori chiave del Made in Rome e del Made in Italy”. Spazio però anche ai giovani. L’attività di scouting dei nuovi talenti nostrani è uno degli obiettivi della manifestazione. Per la prima volta porteranno in passerella le loro creazioni, tra gli altri, anche le figlie di Al Bano e Romina. Cristel Carrisi, 26 anni, debutterà con il suo marchio, CrisBerry, nato in collaborazione con la sorella minore Romina, 24 anni. AltaRoma terrà a battesimo il debutto del brand sulla passerella del Museo Centrale Montemartini alla vigilia della kermesse.

Per giovani che arrivano, un grande nome della moda italiana se ne va: si tratta di Marella Ferrera che, poco prima di Natale, ha dato forfait inviando una lettera a Silvia Venturini Fendi. Una scelta nata come protesta contro le istituzioni che, in un periodo di grave crisi, non solo per il settore della moda, hanno lasciato molti stilisti da soli, negandogli il loro aiuto. Punta il dito la stilista catanese, che desidera presentare nella sua città la propria collezione “a chilometri zero”, contro le contraffazioni e la concorrenza sleale da parte dei Paesi stranieri.

Ma lo spettacolo deve andare avanti. Tra gli eventi da non perdere, “Limited Unlimited”, ideato da Silvia Venturini Fendi, oramai giunto alla sua terza edizione:  un’esposizione che vede i designer uniti dal tema della ricerca e dell’artigianalità a sottolineare i nuovi valori del lusso. Ancora “Room Service”, il nuovo progetto di Altaroma creato per presentare una selezione di collezioni tutte Made in Italy, caratterizzate dalla fattura sartoriale di un tempo e dalla selezione dei materia. La presentazione degli abiti sarà accompagnata dalla mostra fotografica di Wayne Maser, fotografo professionista noto per aver immortalato nelle sue pellicole i volti più importanti dagli anni ’70 ad oggi. “Made in W.I.O.N” (acronimo del progetto Who is on Next? per la scoperta di nuovi talenti che producono in Italia) prevede le presentazioni di due romani tra i cinque nuovi talenti che sfilano; il progetto speciale RE/EDITION alla sua seconda edizione, quest’anno è dedicato al genio creativo di Pino Lancetti, reinterpretato dalla giovane designer romana Caterina Gatta; infine A.I. Fair, evento completamente dedicato agli artigiani, cultori della tradizione e protagonisti dell’attualità,  un grande mercato di giovani creativi non solo di moda che avranno oltre alla possibilità di presentare le proprie produzioni anche l’opportunità di venderle.

 

Per il programma completo della kermesse, consultare il sito

http://www.altaroma.it/

Potrebbero interessarti anche