Sciopero generale, venerdì di passione per i pendolari

sciopero-mezzi-roma1Trasporti a rilento per tutto il giorno. Salvi i treni nazionali. Varchi Ztl diurni non attivi. Adesioni nel settore aereo

ROMA – Dopo i tassisti, gli autotrasportatori, i pescatori e gli avvocati tocca a tutti i lavoratori del settore pubblico e privato. Lo sciopero generale di domani, indetto dai sindacati autonomi Orsa, Usb e Cub, si preannuncia più pesante del solito, con adesioni che superano la media degli ultimi anni. A fermarsi saranno soprattutto i trasporti, creando così numerosi disservizi per chi viaggia con i mezzi pubblici. Manifestazione nazionale a Roma contro il governo Monti e le sue liberalizzazioni, e l’Europa delle banche.

I trasporti andranno a rilento per tutto il giorno. A Roma, sono previste 4 ore di sciopero per la sigla USB e 24 ore, con rispetto delle fasce di garanzia, indetto dall’organizzazioni USB e Orsa Trasporti. L’agitazione di 4 ore è prevista dalle ore 9 alle 12.30; quella di 24 ore dalle ore 9 alle 17 e dalle ore 20 a fine servizio. Servizio garantito nella fascia oraria fino alle 9 e in quella dalle 17 alle 20.  Tra le 9 e le 17, e poi dalle 20 a fine giornata dunque, saranno a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo. Linee deviate, invece, per gli autobus che transitano lungo il percorso della manifestazione che da piazza della Repubblica arriverà fino a piazza di Porta San Giovanni, percorrendo viale Einaudi, piazza dei Cinquecento, via Cavour, piazza dell’Esquilino, via Liberiana, piazza S. Maria Maggiore, via Merulana, viale Manzoni e via Emanuele Filiberto. Potrebbero pertanto subire deviazioni le linee H, 3, 5, 14, 16, 36, 40, 53, 60, 64, 70, 71, 75, 81, 84, 85, 87, 105, 170, 175, 186, 360, 590, 649, 650, 665, 673, 714, 810, 910, 110 Open e Archeobus che transitano nella zona interessata dal corteo.

In occasione dello sciopero i varchi della Ztl diurna non saranno attivi. L’accesso alle zone del centro storico e di Trastevere sarà dunque libero, in modo da fluidificare il traffico e rendere più agevoli gli spostamenti in città. Lo fa sapere Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale.

Circolazione regolare prevista invece per il 90 per cento dei treni nazionali. È stato attivato da Trenitalia il numero verde gratuito 800 89 20 21 per tutte le informazioni. Per quanto riguarda i treni media-lunga percorrenza, spiega una nota, saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull’orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web fsitaliane.it. Per i treni regionali, saranno invece garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari nei giorni feriali (6-9 e 18-21). Sarà inoltre assicurato il collegamento tra Roma Termini e l’aeroporto internazionale di Fiumicino.

Disservizi sono previsti anche nel trasporto aereo. L’Usb, l’Unione sindacale di base, ha proclamato uno sciopero nazionale per il personale navigante e di terra turnista, per l’intero turno con rispetto delle fasce di garanzia (dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21). Anche la Cub Trasporti aderisce alle agitazioni e ha convocato alle 14 all’aeroporto di Fiumicino un’assemblea a ridosso dell’hangar Avio 6 dove dal 17 gennaio sono arrampicati su una scala antincendio, per protesta, alcuni lavoratori della società Argol. Su tutto il territorio nazionale infine i piloti di Meridiana Fly iscritti all’Unione piloti e dell’Apm sciopereranno per 24 ore.

Potrebbero interessarti anche