Semplificazioni, novità su banda larga, appalti e giovani

burocrazia-semplificazioneTutte le norme per snellire il sistema amministrativo statale e locale. Certificati in tempo reale e online

 

ROMA – Il provvedimento sulle semplificazioni è stato approvato dopo una riunione fiume di quasi sei ore. Il Consiglio dei ministri ha così varato un pacchetto di norme per snellire il sistema amministrativo statale e locale.

Gli interventi varati oggi in materia di liberalizzazioni “migliorano la qualità della vita dei cittadini nei vari momenti della loro vita, per quanto riguarda la pubblica amministrazione e la competitività economica attraverso il miglioramento della produttività”. Lo ha afferma il premier Mario Monti in conferenza stampa a palazzo Chigi dopo il Cdm. C’è una “grande varietà di materie, ma il filo conduttore è quello della semplificazione. Abbiamo seguito le migliori pratiche in campo internazionale”, ha aggiunto il premier.

Beni confiscati alla mafia. I beni immobili sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata che hanno caratteristiche tali da consentirne un uso agevole per scopi turistici possono essere dati in concessione a cooperative di giovani di età non superiore a 35 anni”.

Viaggi a prezzi low-cost a giovani e anziani e disabili. E’ prevista la “promozione di forme di turismo accessibile, mediante accordi con i principali vettori operanti nei territori interessati attraverso pacchetti agevolati per i giovani, gli anziani e i soggetti portatori di disabilità”.

Tassa permessi di soggiorno. All’esame del Cdm di oggi anche un provvedimento che sospende l’entrata in vigore del decreto Tremonti-Maroni sulla ‘super tassa’ per i permessi di soggiorno degli immigrati. Tassa che sarebbe scattata lunedì 30 gennaio, e sulla quale il governo aveva già promesso una “rimodulazione”, con riduzione degli importi – fissati dal decreto del precedente governo tra gli 80 e i 200 euro – e un incremento degli immigrati beneficiari di esenzione.

Da maggio versamenti Inps senza cash. Da maggio tutti i versamenti nei confronti dell’Inps dovranno essere fatti con strumento di pagamento elettronici. Per “favorire la modernizzazione e l’efficienza degli strumenti di pagamento, riducendo i costi finanziari e amministrativi derivanti dalla gestione del denaro contante e degli assegni, a decorrere dal primo maggio 2012 tutti i pagamenti e tutti i versamenti delle somme dovute a qualsiasi titolo nei confronti dell’Inps sono effettuati esclusivamente con strumenti di pagamento elettronici bancari o postali”.

In arrivo un Piano di messa in sicurezza per le scuole. E’ in arrivo un Piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici esistenti e di costruzione di nuovi edifici “al fine di assicurare il tempestivo avvio di interventi prioritari e immediatamente realizzabili”. Più in generale, la bozza del decreto prevede che il Cipe approvi un Piano nazionale di edilizia scolastica. Il Cipe, sempre su proposta del Ministro dell’istruzione di concerto con il Ministro delle infrastrutture, dovrà approvare “un Piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici esistenti e di costruzione di nuovi edifici scolastici, anche favorendo interventi diretti al risparmio energetico e all’eliminazione delle locazioni a carattere oneroso, nell’ambito delle risorse già destinate agli scopi con delibera del 20 gennaio 2012 e di quelle assegnate al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca dall’articolo 33, comma 8, della legge 12 novembre 2011, n. 183, pari a cento milioni di euro per l’anno 2012”.

Più banda larga a cittadini e imprese per innovare. Più connessioni a banda larga per cittadini e imprese nell’uso di servizi digitali per promuovere la crescita di capacità industriali a sostegno di sviluppo di prodotti e servizi innovativi. Nella disposizione si precisa che il governo “persegue l’obiettivo prioritario della modernizzazione dei rapporti tra pubblica amministrazione, cittadini e imprese, attraverso azioni coordinate dirette a favorire lo sviluppo di domanda e offerta di servizi digitali innovativi”.

Più facile ricordarsi di rinnovare il proprio documento. Più facile anche ricordarsi di rinnovare il proprio documento di identità, perché basterà far riferimento al compleanno: la carta avrà infatti una validità maggiore rispetto ad oggi, la scadenza sarà estesa fino alla data di nascita del titolare.

Appalti, prevista una banca dati per i requisiti. Dal primo gennaio 2013, la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario per la partecipazione alle procedure disciplinate dal Codice dei contratti è acquisita presso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, istituita presso l’Autorità. In materia di appalti, arriva poi la “responsabilità solidale” tra datore di lavoro, appaltatore ed eventuali subappaltatori. Mentre le piccole e medie aziende potranno avvalersi della dichiarazione unica ambientale. Controlli meno asfissianti e soprattutto più trasparenti: le amministrazioni dovranno pubblicare sul proprio sito e su www.impresainungiorno.gov.it la lista dei controlli a cui sono assoggettate le imprese. Si semplifica la procedura per l’astensione anticipata delle donne dal lavoro in caso di gravidanze più complesse. Così come le procedure per l’assunzione di lavoratori extra-europei.

Pubblica amministrazione più agevole con l’agenda digitale. Rapporti più moderni tra pubblica amministrazione, cittadini e imprese. E’ l’obiettivo del governo Monti, nel quadro delle indicazioni dell’agenda digitale europea. “Con decreto del ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione, il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca e il ministro dell’Economia e delle finanze – si legge nella bozza – è istituita, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, una cabina di regia per l’attuazione dell’agenda digitale italiana, coordinando gli interventi pubblici volti alla medesime finalità da parte di regioni, province autonome ed enti locali”.

Badge ministeriali. “Le tessere di riconoscimento rilasciate dalle amministrazioni dello Stato hanno durata decennale: le tessere quinquennali in scadenza sono prorogate per un quinquennio”. E’ una delle novità del Dl Semplificazioni all’esame del Cdm.

Accelerare procedure di verifica dell’interesse culturale. Entro 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto “nel rispetto delle esigenze di tutela del patrimonio culturale, con decreto non avente natura regolamentare del ministro per i Beni e le attività culturali, di concerto con il ministro dell’Economia” sono “definite modalità tecniche operative, anche informatiche, idonee ad accelerare le procedure di verifica dell’interesse culturale”. Lo prevede l’ultima bozza del dl Semplificazioni facendo riferimento alla parte del Codice dei beni culturali e del paesaggio secondo cui gli uffici del ministero “d’ufficio o su richiesta formulata dai soggetti cui le cose appartengono e corredata dai relativi dati conoscitivi, verificano la sussistenza dell’interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico nelle cose” al “fine di assicurare uniformità di valutazione”.

Potrebbero interessarti anche