Snai, alla guida del colosso arriva Giorgio Sandi

Giorgio_SandiL’ex ad Sisal, passa alla guida di Snai sostituendo Pierettori. Nel suo curriculum, anche una passione centaura

ROMA – Inizia un nuovo ciclo per Snai: Giorgio Sandi ha assunto la guida del concessionario di giochi e scommesse, prendendo il posto di Marco Pierettori. Il nuovo presidente è stato nominato ieri dal Consiglio di amministrazione Snai, dopo che Nicola Iorio e Marco Pierettori hanno rassegnato le loro dimissioni rispettivamente dalla carica di consigliere di amministrazione e di presidente. Quest’ultimo rimane comunque nel consiglio di amministrazione.

“Giorgio Sandi – afferma Stefano Bortoli, amministratore delegato di Snai – arricchisce ulteriormente il nostro team sia per lo standing, sia per le importanti esperienze sviluppate nel corso della sua carriera”.

Sandi ha alle spalle un importante curriculum, che lo vede, per ben diciotto anni, dal 1990 al 2008, amministratore delegato della Sisal, l’azienda nata nel 1946 che ha più di 33.000 ricevitorie distribuite sul territorio nazionale. Se il passato nel mondo dei giochi e della scommesse non stupisce e conferma l’esperienza sul campo del dottor Sandi, un po’ di sorpresa la desta l’altro settore in cui da qualche anno ha lanciato una proficua attività.

Sandi, infatti, è proprietario e presidente di Headbanger Motor Company, azienda nata per costruire moto “semplici e ignoranti” e per “realizzare un sogno di ragazzo”, come ha rivelato lui stesso. Sotto il vestito, una spiccata anima centaura, quindi.

Nella riunione di ieri il consiglio di amministrazione ha inoltre esaminato e approvato la guidance 2012. Le previsioni di mercato registrano una crescita in tutti i segmenti di attività nei quali opera il Gruppo Snai, ad eccezione dell’attività ippica per la quale è attesa un’ulteriore riduzione dei volumi.

Per le scommesse sportive il Gruppo Snai ritiene di mantenere la propria quota di mercato, con una raccolta in lieve crescita anche per effetto dei campionati europei di calcio. Per gli apparecchi da intrattenimento verrà completata nell’anno l’installazione delle 5.052 videolottieres, le cui licenze sono state acquisite nel 2009/2010. 

I ricavi 2012 sono attesi pari a 620 – 650 milioni di euro, mentre l’Ebitda si prevede tra 100 e 110 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta a fine dicembre 2012 sarà pari a 360 – 390 milioni di euro. Le stime dell’anno 2012 sono basate anche sulle migliori informazioni sull’andamento del mercato italiano del gaming nel corso del 2011.
In considerazione della prospettata acquisizione del Gruppo Cogetech, attesa entro il primo semestre 2012, il piano industriale della società e del Gruppo Snai verrà rielaborato.

Potrebbero interessarti anche