Calciomercato 2012, promossi e bocciati

calciomercatoLe pagelle delle squadre che meglio hanno trattato e portato a casa i migliori risultati e i costi delle operazioni

 

 Ecco i giudizi di calciomercato.it che ha seguito da vicino in questi giorni i club di serie A impegnati nelle trattative.

ATALANTA 6 – Marino ha venduto bene acquistando giocatori di prospettiva come Cazzola. Ottima dal punto di vista economico, la cessione di Padoin alla Juventus per 5 milioni di euro.

BOLOGNA 6 – I felsinei sono stati bravi a resistere, ancora una volta, agli assalti delle big per Ramirez e Mudingaiy. L’arrivo di Belfodil, giovane interessante del Lione, accontenta Pioli che aveva chiesto un rinforzo per la linea mediana. Per giugno invece,

CAGLIARI 6,5 – Trattenere Nainggolan, richiesto insistentemente dalla Juventus, è stato sicuramente il miglior colpo di Cellino. In entrata, buono l’innesto di Pinilla mentre la vicenda Biondini non è stata gestita a dovere: il centrocampista si è accasato al Genoa per pochi spicci.

CATANIA 6 – Inevitabile la cessione di Maxi Lopez al Milan, poco utilizzato da Montella nelle ultime gare. I rinforzi sono però arrivati soprattutto in difesa con Marco Motta dalla Juventus e Juan Pablo Carrizo, scaricato dalla Lazio: un altro argentino alla corte dell’ex Aeroplanino.

CESENA 6 – Il vero colpo per sostituire Eder e Bogdani, è sicuramente Vincenzo Iaquinta, alla ricerca di un riscatto dopo il periodo buio bianconero. A centrocampo la perdita ‘voluta’ di Candreva, viene ben rimpiazzata da Santana: l’arrivo invece di Del Nero è servito solo ad accontentare la Lazio…

CHIEVO 5 – La pazza ricerca di un attaccante si è conclusa con il tesseramento di Dario Dainelli, in rotta con la tifoseria rossoblù e offerto a mezza serie A (Catania, Napoli, Roma).

FIORENTINA 6 – Tenere uno scontento Gilardino non sarebbe servito…Meglio puntare su un Amauri desideroso di riscatto dopo sei mesi di oblio alla Juventus. Positivo l’arrivo di Olivera per 1,5 milioni di euro mentre è saltato solo per delle mancate garanzie economiche l’arrivo di El Hamdaoui dall’Ajax.

GENOA 6,5 – Solito rinnovamento della squadra da parte di Preziosi e del suo entourage. Quasi completamente cambiato il reparto offensivo, con l’arrivo di Gilardino e il ritorno di Sculli. L’acquisto di Biondini ha rivitalizzato il centrocampo inserendosi subito negli schemi di Pasquale Marino.

INTER 6,5 – Tutto nelle ultime ore. Moratti si sveglia di colpa e piazza due arrivi a centrocampo: Palombo e Guarin. Dolorosa ma inevitabile per la volontà dichiarata del calciatore, la cessione di Thiago Motta al Psg per 10 milioni di euro.

JUVENTUS 7,5 – Un mercato leggermente ridimensionato nelle ultime ore dai mancati arrivi dei due principali arrivi: Guarin (finito poi ai rivali dell’Inter) e Nainggolan. L’acquisto di Caceres porta a Conte un importante jolly difensivo dato che l’uruguaiano può ricoprire più ruoli. L’obiettivo principale di sfoltire la rosa (sono partiti Iaquinta, Amauri, Marco Motta e Toni) è stato raggiunto: degli cosiddetti emarginati è rimasto solo Fabio Grosso.

LAZIO 4,5 – Lotito ha fatto sognare i tifosi con giocatori del calibro di Honda, Guarin e Nilmar, ma alla fine è arrivato Candreva. Il club doveva poi piazzare gli extracomunitari Carrizo e Makinwa all’estero, ma nessuna trattativa con le società straniere è andata in porto. Nessun rimpiazzo all’altezza così per i partenti Sculli e Cisse’.

LECCE  7 – La società ha accontentato in toto le richieste di Serse Cosmi comprando giocatore “ignoranti” come Blasi e Delvecchio. Buono l’innesto di Bojinov in attacco; inevitabile la cessione di Mesbah che non aveva l’intenzione di rinnovare il contratto in scadenza.

MILAN 6 – Ancora una volta Galliani ha scelto la linea low cost.: Maxi Lopez è arrivato al posto del tanto pubblicizzato e reclamizzato Tevez mentre per rinforzare il centrocampo, è stato anticipato l’arrivo di Sulley Muntari.

NAPOLI 6,5 – Tra le poche società a spendere con l’acquisto di Edu Vargas, Riccardo Bigon non è riuscito però ad accontentare Mazzarri per un centrocampista. Il ds azzurro ha però ben piazzato i calciatori in esubero come Santana, Mascara e Rinaudo.

NOVARA 5,5 – Un arrivo per reparto per puntare alla salvezza: Rinaudo in difesa, Jansen a centrocampo e la coppia Caracciolo-Mascara a formare il duo offensivo da ieri a disposizione del neo tecnico Mondonico. In uscita Giorgi, Meggiorini, Pinardi e Granoche.

PALERMO 5,5 – Mutti è stato accontentato per la linea mediana con l’arrivo di Donati e Viviano tra i pali, ma è mancato il rinforzo in attacco dopo la cessione di Pinilla al Cagliari. I tifosi però potranno finalmente vedere all’opera Mehmeti e Vazquez, acquistati la scorsa estate mentre Viola dalla Reggina arriverà a giugno.

PARMA 6 – Poche ma oculate operazioni di Pietro Leonardi che ha consegnato a Donadoni un rinforzo per reparto: Okaka in attacco, Jonathan in difesa, Mariga a centrocampo. Per l’ex nerazzurro si tratta di un ritorno di Emilia.

ROMA 5 – Le buone prestazioni di Taddei e di Juan (Bologna escluso) hanno nascosto le lacune difensivo che forse richiedevano degli interventi sul mercato. In entrata Marquinho è da valutare, mentre è lungimirante il riscatto anticipato della metà del cartellino di Borini. In uscita è stato solo parzialmente accontentato Luis Enrique con le partenze di Okaka, Pizarro e Borriello: restano a Trigoria Cassetti, Perrotta e Cicinho.

SIENA 6 – Solo all’ultimo è sfumato, per la volontà del calciatore, l’arrivo di Inzaghi: l’attaccante rossonero è stato rimpiazzato numericamente con Bogdani alla seconda avventura in Toscana.

UDINESE 7 – Sono arrivati i rinforzi a centrocampo viste le assenze dei calciatori impegnati nella Coppa D’Africa: Gelson Fernandes ex Chievo e Michele Pazienza dalla Juventus. Rispettata poi la parola data: tutti i big come Isla, Armero e Benatis sono rimasti alla corte di Guidolin.

 

Leggi anche

Tutti i costi delle trattative

Potrebbero interessarti anche