11:47 | Confindustria, Riello ritira la candidatura

Andrea Riello si è ritirato dalla corsa al vertice di Confindustria. Lo ha annunciato lui stesso, stamani, a margine del vertice di Confindustria del Triveneto.

“Ringraziando – ha dichiarato il terzo candidato alla successione della Marcegaglia – questo straordinario territorio per l’appoggio che mi ha dato e che Confindustria deve ascoltare, ho dichiarato oggi la mia definitiva indisponibilità a proseguire la corsa alla candidatura per la presidenza di Confindustria”.

“La motivazione? In questo momento terribile – ha spiegato Riello – due candidati bastano ed avanzano. Bisogna dare un esempio di sobrietà. Mi sono chiamato fuori con rammarico, ma penso di aver fatto la scelta giusta. E mi auguro – ha proseguito Riello – che la competizione fra gli altri due candidati rimanga all’interno della correttezza e della normale vivacità”.

Riello ha poi raccomandato che le territoriali del Triveneto, che rappresentano il 20% di Confindustria, “approfondiscano la discussione, ma rimanendo compatte nella scelta definitiva”.

Riello si è poi augurato che Confindustria sappia “ascoltare” il Nordest e soprattutto “dare risposte”. “La prossima Confindustria sia sempre di più attenta alla provincia – ha auspicato -. Quella provincia che non è caratterizzata solo dal campanile, ma anche per il futuro dalle fabbriche, dal manifatturiero”.

Riello era il terzo incomodo nella corsa alla presidenza di Confindustria dove i due favoriti sono il presidente della Mapei, Giorgio Squinzi, e il patron della Brembo, Alberto Bombassei.

Potrebbero interessarti anche