Alla Procura di Roma arriva forse Pignatone

Giuseppe_Pignatone-SLIDERQuasi scontato il sì definitivo alla nomina dell’attuale procuratore capo di Reggio Calabria alla Procura

 

ROMA – Sarà Giuseppe Pignatone, come aveva più volte anticipato Romacapitale.net, il prossimo capo della Procura di Roma. Il nome dell’attuale procuratore capo di Reggio Calabria, toga emblema della lotta alla criminalità organizzata, è stato indicato all’unanimità dalla Commissione direttivi del Csm, il che rende quasi scontato il sì definitivo da parte del plenum di Palazzo dei Marescialli.

Se, come tutto lascia pensare, il plenum del Csm darà il via libera alla nomina di Pignatone a procuratore di Roma, quest’ultimo prenderà il posto lasciato libero da Giovanni Ferrara, diventato intanto sottosegretario del governo Monti. Prima del plenum dovrà essere il ministro della Giustizia Paola Severino ad esprimere il suo parere su Pignatone, parere che non è comunque vincolante alla scelta definitiva.

Per mesi la Procura di Roma è stata nelle mani di Giancarlo Capaldo, procuratore aggiunto e vicario, a cui è stata conferita la reggenza degli uffici capitolini. Il suo nome, è stato anche nella rosa dei candidati al vaglio del Csm, insieme ad altri nomi ‘eccellenti’, come Luigi De Ficchy, attualmente a capo della Procura di Tivoli, Armando Spataro, Nello Stabile, Nello Rossi, Gianfranco Amendola e Corrado Lembo.

(Valentina Marsella)

Potrebbero interessarti anche