9:13 | Le pagelle di Lazio-Cesena

All’Olimpico partita incredibile dai due volti: dopo che il Cesena va negli spogliatoi nell’intervallo in vantaggio di due reti e di un uomo per l’espulsione di Konko, nel secondo tempo arriva la veemente reazione dei padroni di casa, che rimontano e vincono spinti da un grande Kozak, mandato in campo al posto di uno spento Candreva.

Reja le azzecca tutte, mentre Arrigoni si mangia le mani dopo aver assaporato il colpaccio. L’unica nota positiva per i romagnoli è la bella prestazione di Iaquinta all’esordio, mentre sempre in tema di debutti da dimenticare quello di Santana. Questa la pagella di Lazio-Cesena di Calciomercato.it

LAZIO
Marchetti 6 – Incolpevole sui gol, per il resto non viene mai impegnato a parte una conclusione di Iaquinta su cui è attento.
Konko 5 – Si vede poco fino al momento dell’espulsione, episodio in cui pecca di ingenuità. Per sua fortuna i compagni nella ripresa sviano l’attenzione dal suo errore.
Biava 5,5 – Perde il duello con Iaquinta in occasione della prima rete.
Zauri 6 – Se la cava in un ruolo chiaramente non suo.
Lulic 7 – Realizza con freddezza la rete del pareggio, è sempre pericoloso quando parte sulla fascia e concede anche un grande assist che Klose dilapida.
Ledesma 7 – Partita di grande gagliardia dell’argentino, che nella ripresa viene schierato centrale difensivo.
Matuzalem 6,5 – Un po’ troppo nervoso ma determinante nella riscossa laziale.
Gonzalez 6,5 – Solita grande corsa abbinata ad una buona dose di qualità.
Candreva 4,5 – Spento, spaesato, inconsistente. Dal 46′ Kozak 8 – Cambia la partita con la sua grande grinta: è decisivo nell’azione del gol del pareggio e poi realizza di prepotenza quello della vittoria. Dall’ 84′ Scaloni sv.
Hernanes 6,5 – Non brilla, ma realizza il bellissimo gol che scuote la Lazio.
Klose 6 – Sbaglia nel primo tempo due gol facili facili, poi si riscatta mettendo lo zampino sia nel primo che nel terzo gol biancoceleste.
All.: Reja 8 – Ridisegna la Lazio nell’intervallo e scrive una pagina della sua storia nella Lazio che si ricorderà a lungo.

CESENA
Antonioli 6 – Il miracolo su Klose nel primo tempo viene cancellato dall’incertezza sul gol di Kozak, che comunque calcia da molto vicino.
Comotto 5 – Soffre molto le incursioni laziali, rischia più di una volta l’espulsione. Poi con un gran destro sfiora il 3-3.
Rodriguez 5,5 – Non è elegante, però è efficace. Almeno fino al black-out totale della sua squadra.
Lauro 5 – Soffre tantissimo quando entra Kozak, e dalla sua parte Gonzalez è spesso pericoloso.
Ceccarelli 5,5 – Soffre Lulic, poi quando c’è da spingere lo fa con poca convinzione e qualità.
Santana 4,5 – Esordio negativo con la nuova maglia, macchiato dall’occasione per il potenziale gol dell’1-3 gettata al vento con egoismo. Dal 70′ Guana sv.
Colucci 5,5 – Buono il lancio per Iaquinta che innesca l’azione dello 0-1, ma nella ripresa non riesce a rallentare il gioco quando la Lazio spinge.
Parolo 5 – Suo l’assist per Mutu nell’azione che porta al rigore, ma per il resto si vede pochissimo.
Pudil 5 – Serata difficile al cospetto di Gonzalez. Dal 64′ Del Nero 4,5 – Di lui si ricordano un paio di cross completamente sballati.
Mutu 5,5 – Realizza il gol del vantaggio, si procura il rigore del raddoppio. Poi scompare, e per un giocatore della sua importanza è grave.
Iaquinta 7 – Grande rientro in campo per il Campione del Mondo, che stremato è costretto a uscire nel pieno del forcing laziale. 59′ Rennella 5 – Quando entra i suoi compagni sono già crollati, e quando è così non è facile.
All.: Arrigoni 4 – Il buon primo tempo dei suoi aveva illuso, il traumatico inizio di secondo tempo riporta alla realtà. Che ci parla di una squadra che non riesce a rallentare il ritmo in una partita in cui è in vantaggio di due reti e di un uomo. A fine campionato i punti persi stasera potrebbero pesare molto.

Arbitro: Romeo 6,5 – Ineccepibile nell’occasione del rigore e dell’espulsione di Konko, anche se i laziali protestano per un fallo subito in precedenza. Per il resto è praticamente perfetto.

Potrebbero interessarti anche