14:32 | Dal 13 febbraio obbligo di targa fissa per motorini e minicar

Da lunedì 13 febbraio, i ciclomotori e le minicar che non avranno il certificato di circolazione e la cosiddetta “targa fissa” legata al telaio della vettura non potranno più circolare. Lo comunica l’Agenzia per la Mobilità. L’obbligo riguarda i proprietari di veicoli immessi in circolazione prima del 14 luglio del 2006 e che non si siano ancora adeguati alle norme del Codice della Strada. Con questo provvedimento si avranno numeri davvero ufficiali sulle minicar circolati. Finora la targa per i veicoli venduti prima del 14 luglio 2006 poteva essere trasferita da un ciclomotore all’altro o a una minicar, con possibili trasferimenti poco chiari.

Secondo una stima dell’Associazione Nazionale Ciclo e Motociclo e Accessori, la disposizione riguarda circa 1,6 milioni di ciclomotori (i cosiddetti cinquantini) su un totale di 2,179 milioni circolanti, oltre a una più esigua schiera di minicar, che però è in progressiva crescita. Per Roma, un dato per tutti: nel 2011 fino a settembre sono state immatricolate 2.879 minicar, 1.000 delle quali solo nella capitale.

Chi non è in regola con la nuova disposizione, rischia sanzioni amministrative pesanti che variano da 389 a 1.559 euro.  Nei giorni scorsi l’Isvap ha lanciato l’ultimo avvertimento ricordando che ci si può mettere in regola recandosi in un ufficio della Motorizzazione o un’agenzia abilitata come Centro Servizi Motorizzazione. Il costo presso un’agenzia abilitata si aggira intorno ai 90 euro.

Potrebbero interessarti anche