9:36 | Calci e pugni alla convivente, arrestato 30enne

I Carabinieri della Stazione Roma Monte Mario sono intervenuti in un’abitazione di via Taggia ed hanno arrestato un 30enne cittadino ucraino responsabile di aver aggredito, con calci e pugni, la propria convivente di 33 anni, anche lei ucraina. La lite, spiegano gli inquirenti, “scaturita tra la coppia per futili motivi è stata l’ultima di una lunga serie, durante le quali la donna ha sempre subito violenze senza mai denunciarle per paura di ritorsioni. Il convivente nell’ultimo periodo era diventato ancora più burbero, esasperato per aver perso il lavoro”. Intorno alle 20 di ieri, l’ennesima aggressione durante la quale la donna è riuscita a sfuggire dal suo compagno ed è uscita in strada. Lì è stata soccorsa dal portiere dello stabile che, vedendola molto agitata e vestita con un accappatoio, ha chiamato il 112. I Carabinieri, immediatamente intervenuti, hanno bloccato l’uomo che ha anche tentato la fuga strattonando i militari. Accompagnato in caserma, dove ha trascorso la notte in attesa di essere processato con il giudizio per direttissima, dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La donna, invece, è stata medicata e se la caverà in pochi giorni.

Potrebbero interessarti anche