Sanremo ai blocchi di partenza

morandi-mrazova-papaleo

Parte stasera la 62° edizione del festival. Celentano spadroneggia nella prima puntata.

Come ogni anno, da sessantadue anni a questa parte, è arrivato, puntuale come un orologio svizzero, il Festival della canzone italiana. Un appuntamento imperdibile per gli amanti della musica leggera italiana; per gli affezionati dell’ancien régime; per chi è convinto, se non altro perché tutti i giornali lo dicono, che sia un caposaldo della tradizione italiana; per chi è curiosa di vedere quali abiti indosserà la bellona di turno e chi, invece, è curioso di vedere le gambe che ci stanno sotto.
Ecco che riparte la kermesse musicale più italiana che ci sia. Altro che Grammy Awards. Altro che Adele.

Sul palco dell’Ariston una bandiera del Bel Paese, il cantante e conduttore Gianni Morandi, spalleggiato dalla modella ceca Ivana Mrazova e dal poliedrico Rocco Papaleo. Un colpo al cerchio, un colpo alla botte. Un colpo agli uomini, che delle canzoni melodiche italiane possono fare anche e volentieri a meno ma della valletta di turno proprio no; un colpo alle donne o a chi, comunque, sa apprezzare un talento eclettico, di un personaggio che sa divertire, intrattenere, emozionare e sul quale poggia l’unica speranza di verve di questa edizione.

La struttura si ripete, salvo qualche modifica, uguale agli anni passati. Si cerca sempre l’effetto sorpresa, che infiammi un po’ la polemica nei giorni precedenti al Festival e susciti una qualsivoglia forma di interesse nei suoi confronti. A fare la parte dell’attizzatoio quest’anno è stato niente di meno che Adriano Celentano. Il cantante ha fatto parlare (male) di sé per la cifra spropositata del suo cachet, che ammonta a ben 350mila euro, per poi recuperare in zona Cesarini dichiarando che l’intero compenso sarà devoluto in beneficienza. Il molleggiato rappresenta a tutti gli effetti l’asso nella manica di questa edizione: sarà proprio lui a inaugurare la prima serata, questa sera, con 40 minuti di dominio totale del palco durante il quale, si vocifera, sarà imbastita persino la simulazione di un contesto bellico. Per i più coraggiosi che riusciranno a superare tanta drammaticità, la serata proseguirà con le esibizioni dei 14 big in gara, di cui già due perderanno il loro posto nella competizione. Tra i nomi dei veterani spiccano Samuele Bersani, Francesco Renga, i Matia Bazar e Arisa. Una menzione particolare merita la strana coppia Gigi D’Alessio – Loredana Berté. La non signora dalla  voce (e non solo quella) graffiante e lo scugnizzo napoletano re dei matrimonio e dei battesimi locali. Siamo curiosi.

La seconda serata, invece, vedrà comparire l’altra categoria in gara, “Sanremosocial”. Di essa fanno parte le 8 nuove leve di cui la metà potranno esibirsi venerdì sera nella finale della sezione giovani. Quella stessa sera vedrà i big esibirsi in duetti con altri grandi della canzone, tra cui Lucio Dalla e Gianluca Grignani. Tra un big e l’altro faranno la loro comparsa anche le due ex vallette dell’edizione precedente, Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez. Si è sentita, evidentemente, l’esigenza di aggiungere quel tocco intellettuale che aveva raggiunto i massimi picchi con il nobel Dulbecco nel 1999.

Un altro tentativo di rinfrescare un po’ la sala dell’Ariston sarà l’esibizione del fascinoso violinista David Garrett, che mercoledì si cimenterà nell’esecuzione di alcuni brani del più grande gruppo grunge di sempre, i Nirvana. Siamo certi che il compostissimo pubblico del teatro sanremese non potrà che apprezzare le oscure sonorità del sound di Seattle.

La finalissima è prevista per sabato e si dividerà essenzialmente in due tranche. Le complicatissime modalità di votazione mettono in gioco, quest’anno, anche la Sanremo Festival Orchestra. I musicisti e gli elementi del coro infatti potranno votare in forma anonima ed esprimere tre preferenze. Media delle posizioni in graduatoria, classifiche parziali, golden share della sala Stampa: il cervellotico e contorto sistema di votazione che vi sfidiamo a capire eleggerà alla fine un vincitore, che i bookmakers vedono in Emma Marrone, ex amica di Maria De Filippi che tenta di sbancare anche l’Ariston.

Potrebbero interessarti anche