9:25 | Regione, scoperto giro di tangenti:case in cambio di soldi

Storie di corruzione all’ombra della Regione Lazio. Per due dipendenti dell’amministrazione, Antonietta Suppa e Rosa Ianieri, il pubblico ministero Cristina Palaia ha chiesto il rinvio a giudizio per aver messo in piedi un giro di tangenti. Vendevano, infatti, a cittadini in mancanza dei requisiti indispensabili per vivere negli appartamenti della Regione l’occupazione abusiva degli stessi, destinati all’assegnazione con graduatoria pubblica. Un giro che dura ormai dal 2000, ma le cui conseguenze producono ancora oggi i loro effetti, dato che molti degli “abusivi” occupano ancora le case, impedendo l’ingresso a chi avrebbe i requisiti in regola e il diritto di abitarci.

Un’altra impiegata, invece, Silvia Lepore, rischia il processo per invasione di terreni o edifici e deturpamento e imbrattamento di cose altrui. La donna, infatti si sarebbe limitata a prendere lei stessa possesso di un appartamento dell’amministrazione, dove vive dal 2005 senza averne titolo. Con lei altre 22 persone “occupanti” rischiano il rinvio a giudizio.

Potrebbero interessarti anche