15:22 | USB occupa la sede INPS a Roma contro il “mansionismo”

Un gruppo di lavoratori e delegati dell’USB (Unione Sindacale di Base)sta occupando dalla tarda mattinata di oggi gli uffici della Direzione Generale dell’INPS a Roma. Obiettivo dell’iniziativa è sollecitare l’amministrazione centrale a chiedere ai ministeri vigilanti il superamento dei vincoli normativi che impediscono di effettuare passaggi di area in numero sufficiente a risolvere il problema del mansionismo nell’INPS.  Si tratta di migliaia di lavoratori che non vengono retribuiti sulla base delle loro mansioni, ma ricevono stipendi molto più bassi.
“Circa 4.000 lavoratori sono collocati nelle aree A e B ma svolgono le stesse mansioni del personale di area C, con differenze stipendiali che arrivano ai 500 euro al mese”, denuncia  Luigi Romagnoli, dell’Esecutivo nazionale USB Pubblico Impiego. “Se CGIL-CISL-UIL non avessero ostacolato la nostra richiesta di area unica nei passati rinnovi contrattuali, oggi non staremmo qui a parlare di mansionismo. Con i contratti bloccati, la riforma Brunetta e altre norme che ostacolano i passaggi di area, la situazione si è complicata”.

Potrebbero interessarti anche