Il Tar si riserva di decidere sulle quote rosa

Tar_LazioLa data dell’udienza di merito del tribunale ammonistrativo sul ricorso dell’opposizione deve essere ancora stabilita

 

ROMA – Chi sperava che il Tar stamattina avrebbe mandato a casa la Giunta Alemanno per inadempienza rispetto alla legge sulle quote rosa, sarà rimasto sicuramente deluso.

La seconda sezione del Tribunale amministrativo ha infatti deciso che il ricorso sarà stabilito direttamente nel merito, in un’udienza che ancora deve essere fissata.

Sul mancato rispetto delle quote rosa nella Giunta comunale di Roma, i legali delle ricorrenti, le due consigliere d’opposizione Monica Cirinnà (Pd) e Gemma Azuni (Sel), hanno chiesto che il Comune sia condannato a pagare le spese.

Il problema dunque è soltanto rimandato anche se nel frattempo sono già intervenuti cambiamenti nella composizione del governo cittadino che potrebbero aver modificato i termini del ricorso.

Lunedì infatti il sindaco Gianni Alemanno ha compiuto un rimpasto cooptando in Giunta una terza donna nella persona dell’architetto Lucia Funari, neo assessore al Patrimonio.

 

Leggi anche

Il Campidoglio si tinge di rosa

Potrebbero interessarti anche