14:08 | Censimento, domani si chiude la raccolta. Chi non consegna il modulo rischia una multa

Si chiude domani, primo marzo 2012, il termine utile per la raccolta dei questionari sul 15° Censimento della popolazione e delle abitazioni, anche nei Comuni con più di 150mila abitanti. Finora i questionari riconsegnati sono stati oltre 24,2 milioni, più di un terzo dei quali (34,5%) compilato via Internet.

La mancata partecipazione al Censimento comporta una doppia conseguenza: innanzitutto la cancellazione dalle liste anagrafiche comunali. In secondo luogo, il comune scriverà all’interessato inviando una sorta di diffida con l’invito all’interessato a riconsegnare i moduli entro un termine perentorio, pena una sanzione che, spiegano all’Istat, va dai ducento ai duemila euro.

L’Istat invita perciò i cittadini dei grandi comuni che ancora non hanno riconsegnato il questionario “a farlo rapidamente attraverso il rilevatore, il quale ha il compito di completare le operazioni sul territorio e di ricontattare le famiglie che lo hanno compilato in maniera incompleta”. Fino a domani sarà possibile restituire i questionari compilati anche via telematica o  presso gli uffici postali.

La percentuale di restituzione nei grandi comuni si attesta all’84,3%, ma sette città sono ancora in ritardo: Roma (75%), Napoli (81,7%), Milano (82,1%), Messina (83,1%), Torino (83,6%), Firenze (83,9%) e Catania (84,1%). In testa alla graduatoria figura Prato, con il 93,8% di questionari restituiti.

Potrebbero interessarti anche