Arriva a Roma l’arte “in scatola”

quadratonomade Fino al 4 marzo al Palazzo delle Esposizioni la mostra “Quadratonomade”, con più di duecento opere esposte 

 

ROMA – Un nuovo modo di concepire l’arte, lasciando agli artisti la possibilità di dare sfogo alla propria creatività in uno spazio definito, quello di una scatola. Va in scena a Roma allo Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni dal 29 febbraio al 4 marzo la mostra “Quadratonomade”, una carrellata di duecento opere in scatole di cartone, all’interno delle quali artisti italiani e internazionali hanno realizzato il proprio intervento creativo. Si tratta di una esposizione, a  cura di Donatella Pinocci, Donatella Giordano e Simone Martinelli, itinerante e in movimento, che per i prossimi tre anni raggiungerà diversi luoghi della Penisola e all’estero.

L’obiettivo della mostra, patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio, è quello di far riflettere i visitatori sul complesso tema di “arte, memoria e società”. Come affermano gli organizzatori, si tratta di una vera e propria azione di democratizzazione dell’arte, volta alla rottura di meccanismi e ruoli convenzionali al fine di diffondere la cultura in modo attivo con l’uso di linguaggi interdisciplinari e alternativi.

Durante la vernice sarà presentato anche il catalogo, edito da Gangemi, che raccoglie le schede di tutte le opere, le biografie degli artisti e gli interventi critici. I “quadrati nomadi” sono esposti giovedì 1 marzo dalle 10 alle 20 ( chiusura porte alle 19), venerdì 2 marzo dalle 10 alle 22.30 (chiusura porte 21.30), sabato 3 marzo dalle 10 alle 22.30 (chiusura porte 21.30) e domenica 4 marzo dalle 10 alle 20 (chiusura porta 19).

Potrebbero interessarti anche