15:05 | Corsi truffa per nutrizionisti, 14 professionisti indagati

Operazione del Nas di Roma contro l’esercizio della professione abusiva nel settore dei trattamenti dimagranti e nutrizionali. Sono stati sequestrati 750 falsi diplomi di etologo e 5 siti internet, mentre 14 professionisti risultano indagati.

Nell’ambito di un’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Corrado Fasanelli della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, il Nas della capitale ha eseguito il sequestro preventivo di una struttura didattica operante nel settore formativo in materia di dietologia e nutrizione, pertinente ad una società e ad una associazione (costituita senza fini di lucro) con sede nella Capitale, utilizzata per l’illecita organizzazione, pubblicità ed esecuzione di corsi-master.
I corsi erano finalizzati al conseguimento di diplomi per ‘Etologo alimentare’ e ‘Etologo nutrizionista’ risultati illegali.

Tra gli indagati, 14 professionisti di cui 12 tra medici, biologi e psicologi per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, un dirigente presso il ministero dello Sviluppo Economico per abuso d’ufficio e un biologo per attivazione abusiva di un ambulatorio medico polispecialistico.

Sono stati sequestrati inoltre cinque siti internet che pubblicizzavano ingannevolmente l’acquisto dei corsi in dietologia e nutrizione, finalizzati al conseguimento degli abusivi titoli professionali; un conto corrente postale dove erano depositati 234mila euro, provento delle attività delittuose; circa 750 diplomi-master, in fase di localizzazione in ambito nazionale, che conferivano i profili professionali abusivi; un ambulatorio medico polispecialistico privo del prescritto titolo autorizzativo.

L’acquisito del corso-master in dietologia e nutrizione, della durata di complessive 90 ore, aveva un costo di oltre 3.500 euro.

Il valore della strutture sequestrate ammonta a circa 2 milioni di euro, mentre i danni cagionati dalle truffe agli acquirenti dei corsi organizzati dal 2006 a tutt’oggi, sono stimati in circa 3 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche