15:42 | Corteo Fiom, chiusa dalle 12 di domani stazione metro San Giovanni

Seicento pullman da tutta Italia, due treni da Reggio Emilia, 50 mila persone previste, per difendere la democrazia e il lavoro. Domani, venerdì 9 marzo, i metalmeccanici torneranno a far sentire la propria voce con uno sciopero generale di categoria, indetto dalla Fiom, e che culminerà in una manifestazione a Roma.

Il corteo partirà alle 9 circa da piazza della Repubblica per snodarsi poi lungo via delle Terme di Diocleziano, via Giovanni Amendola, via Cavour, piazza dell’Esquilino, via Liberiana, piazza Santa Maria Maggiore, via Merulana, viale Manzoni, via Emanuele Filiberto.

Il questore di Roma Francesco Tagliente ha disposto la chiusura della stazione metro di san Giovanni dalle 12 di domani, e fino a cessate esigenze, per motivi di ordine pubblico. Il punto di ritrovo e partenza del corteo sarà in piazza della Repubblica da dove raggiungerà piazza di Porta san Giovanni.

Durante il corteo, saranno deviate o limitate nei loro percorsi, 31 linee di trasporto pubblico (H, 3, 5, 8, 14, 16, 36, 40, 53, 60, 64, 70, 71, 75, 81, 84, 85, 87, 105, 170, 175, 186, 360, 590, 649, 650, 665, 673, 714, 810, 910) il tempo necessario a far passare la manifestazione.

Per quanto riguarda la viabilità privata la Questura ha disposto anche che da domani alle ore 7 vengano sgomberati tutti i veicoli in sosta e i contenitori per i rifiuti a piazza della Repubblica, piazza san Giovanni, e lungo tutto il percorso del corteo: via delle Terme di Diocleziano, via Giovanni Amendola (tra largo Perretti e via Cavour), via Cavour (tra piazza dei Cinquecento e via Liberiana), piazza Esquilino, via Liberiana, via Merulana (tra piazza Santa Maria Maggiore e via Labicana/viale Manzoni), viale Manzoni (tra via Merulana e via Emanuele Filiberto), via Emanuele Filiberto (tra viale Manzoni e piazza di Porta San Giovanni). La manifestazione si concluderà alle 14. Lo comunica l’Agenzia per la Mobilità.

Potrebbero interessarti anche