Protezione civile, si insedia la Commissione grandi rischi

protezionecivleDefinite le linee programmatiche. Nel team dei 58 membri anche Domenico Giardini, ex presidente Ingv

ROMA – Si è svolta oggi, presso il dipartimento della Protezione Civile, la riunione plenaria d’insediamento della Commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei grandi rischi.

Dopo i saluti del capo dipartimento della Protezione civile, il prefetto Franco Gabrielli, l’assemblea – presieduta da Luciano Maiani (ex numero uno del Cnr), dal vice Mauro Rosi e dal presidente emerito Giuseppe Zamberletti – ha approvato il regolamento di organizzazione e funzionamento della Commissione stessa e definito le linee programmatiche di lavoro per l’anno in corso, che verranno in seguito approfondite, per ogni singolo settore di rischio, in successive riunioni tematiche.

La riorganizzazione della ‘Grandi Rischi’, organo di consulenza tecnico-scientifica del dipartimento della Protezione civile, prevede un’articolazione in cinque settori inerenti le singole categorie di rischio che interessano il nostro Paese: sismico; vulcanico; meteo-idrologico, idraulico e di frana; chimico, nucleare, industriale e trasporti; ambientale e incendi boschivi.

Questo il team dei 58 membri che avranno il compito di fornire al dipartimento della Protezione Civile pareri di carattere tecnico-scientifici.

Per il settore rischio sismico entrano a far parte della commissione Domenico Giardini (dimessosi a dicembre dalla presidenza dell’Ingv), Stefano Aversa, Giuseppina Lavecchia, Gaetano Manfredi, Luciano Marchetti, Caludio Modena, Francesco Mulargia, Rui Pinho, Silvio Seno, Aldo Zollo, Roberto Vinci.

Per il settore rischio vulcanico sono stati nominati membri della commissione ‘Grandi rischi’, Vincenzo Morra, Lucia Civetta, Massimo Coltorti, Pierfrancesco Dellino, Rosanna De Rosa, Stefano Gresta, Marcello Martini, Domenico Patanè, Maurizio Ripepe, Giulio Zuccaro.

Per il settore rischio meteo-idrogeologico, idraulico e di frana, entrano nell’organismo, Franco Siccardi, Nicola Casagli, Vincenzo Cuomo, Francesco Maria Guadagno, Fausto Guzzetti, Enio Paris, Luigi Pennetta, Cristina Sabbioni, Giovanni Seminara, Stefano Tibaldi, Pasquale Versace, Guido Visconti.

Per il settore rischi chimico, nucleare, industriale e trasporti fanno parte dell’organismo, Francesco Russo, Pieralberto Bertazzi, Luciano Bologna, Sergio Di Cave, Maurizio Cumo (già componente della soppressa Agenzia per la sicurezza nucleare), Raffaele De Leo, Alessandro Massimo Giannini, Nicola Pirrone, Gigliola Spadoni, Paolo Spinelli.

Infine per il settore del rischio Ambientale e degli incendi boschivi entrano nella ‘Grandi rischi’, Roberto Caracciolo, Felice Arena, Carlo Blasi, Enrico Bonari, Giovanni Bovio, Piermaria Corona, Giuseppe D’Antonio, Michele di Natale, Francesco Fracassi, Riccardo Minciardi, Giuseppe Scarascia Muignozza, Riccardo Valentini.

Potrebbero interessarti anche